Wallpapers 320×480 raccolta 02 posted by on 30 aprile 2013

scaricali tutti in un click

Primo Maggio: la Festa dei Lavoratori posted by on 29 aprile 2013

Festa dei lavoratori

Le origini della Festa dei Lavoratori

Annualmente celebrata il 1° Maggio, la Festa dei Lavoratori nasce come momento di lotta internazionale e vuole ricordare l’impegno del movimento sindacale ed i traguardi raggiunti dai lavoratori sia in campo sociale che economico.  Ma è anche un momento in cui si rivendicano diritti ulteriori al fine di migliorare la qualità della vita lavorativa.

La sua storia è quasi sconosciuta alla maggior parte delle persone. All’origine dei festeggiamenti c’è il grande movimento di lotta di fine ‘800 dei paesi industrializzati: per la prima volta milioni di lavoratori in America ed in Europa si adoperarono per raggiungere il primo scopo della lotta, ovvero porre il limite della giornata lavorativa a otto ore. A partecipare furono soprattutto le organizzazioni dei lavoratori, che si sono battute per le “Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire”, questo fu lo slogan usato nel 1855 dai lavoratori australiani e condiviso dalla gran parte del movimento sindacale.

Le numerosissime manifestazioni di quegli anni confluirono poi nella decisione di indire una giornata annuale durante la quale avrebbe avuto luogo una grandiosa manifestazione capace di coinvolgere i lavoratori di tutto il mondo: una decisione presa nel corso del Congresso della II Internazionale di Parigi del 1889, momento in cui fu indicato proprio il primo maggio come giornata di lotta. Una data simbolica, con la quale si scelse di ricordare i cosiddetti Martiri di Chicago. Tre anni prima, infatti, il 1 maggio 1886, una grande manifestazione operaia svoltasi a Chicago, passata alla storia come la rivolta di Haymarket, era stata repressa nel sangue.

Festeggiata in quasi tutti i paesi del mondo negli anni a seguire, il nostro paese rappresenta un caso a parte: in Italia infatti la commemorazione della Festa del Lavoro fu soppressa durante il ventennio fascista, il cui regime scelse di istituire una propria Festa del Lavoro Italiano in data 21 Aprile (Natale di Roma), per poi essere ripristinata nell’immediato dopoguerra, nel 1945.

Molti anni sono passati e molti diritti sono stati acquisiti dai lavoratori di quasi ogni paese ma ogni anno il 1° maggio torna a ricordarci anche che molte lotte ancora dovranno essere condotte affinché vengano superati gli attuali problemi del mondo del lavoro, tra i quali spiccano disoccupazione giovanile e precariato.

 

Il lavoro allontana tre grandi mali: la noia, il vizio ed il bisogno. (Voltaire)
 

Dormire nudi fa bene alla salute, lo dicono gli esperti. posted by on 28 aprile 2013

Secondo gli esperti, dormire nudi ha i suoi vantaggi. Riposare in un luogo troppo caldo, infatti, fa aumentare il livello di cortisolo e precipitare gli ormoni anti invecchiamento e l’ossitocina. Ecco perché.

dormire-nudi-fa-bene2

 

Un girovita più sottile, una più appagante vita sessuale e un equilibrio ormonale più solido. Sono questi in sintesi i benefici del dormire nudi. Sembra una leggenda metropolitana eppure, secondo gli esperti, dormire svestiti ha i suoi vantaggi.

Innanzitutto, dormire senza pigiama potenzia gli ormoni anti-invecchiamento. Quando dormiamo in un ambiente troppo caldo (con temperatura superiore ai 21°C) l’organismo interrompe il rilascio degli ormoni anti-invecchiamento, tra cui la melatonina. Il raffreddamento del corpo, al contrario, stimola la produzione di questo ormone che ci fa sentire più giovani e forti.

dormire-nudi-fa-bene

 

Se di notte fa troppo caldo inoltre non sarà nemmeno possibile bruciare i grassi. E naturalmente la linea ne risentirà. Dormire almeno 7-8 ore aiuta a bruciare calorie e controllare l’appetito. E dormire nudi è ancora più vantaggioso per un corretto equilibrio ormonale.

Un altro degli ormoni particolarmente influenzato dalla temperatura corporea notturna è il cortisolo: se fa troppo caldo tendiamo a svegliarci durante la notte, quando il livello di cortisolo è ancora troppo alto. Ciò provoca stress, aumento dell’appetito e della pressione sanguigna e una diminuzione della libido. Libido che invece è favorita e alimentata quando si dorme nudi accanto al partner: aumenta considerevolmente il livello dell’ormone ossitocina, molto importante soprattutto per la donna perché la aiuta a controllare e gestire lo stress.