Ad attirare la clientela ci pensa la Barista sexy posted by on 31 maggio 2013

Ecco come far diventare un piccolo paesino che prima era apparentemente sconosciuto a tutti: Bagnolo Mella, in provincia di Brescia, ha ultimamente dovuto fare i conti con un turismo impressionante, causato da un nuovo bar, il Cafè di Laura Maggi. Ad attirare la clientela, più che il bar, è proprio la barista, che con le sue pose sexy e con i suoi vestitini mozzafiato riesce a riempire puntualmente il locale ogni venerdì sera, creando scompiglio per il paese.

barista-sexy-mogli-contro-bar-440x253

Molte le versioni dei fatti e molte le opinioni, c’è chi dice, anche donne, che Laura sia una persona del tutto rispettabile e che faccia benissimo il suo lavoro, mentre invece le fidanzate e mogli dei clienti del bar sono molto contrariate agli atteggiamenti della barista, contro la quale hanno aperto una vera e propria guerra.

maggi43-3

La barista sexy è conosciutissima anche su Facebook, dove i suoi fan ormai sono più di 4.000. Il locale è pieno dei suoi calendari, che hanno spopolato anche sul noto social network. Però, anche il sindaco di Bagnolo, Cristina Almici, non è molto contenta delle abitudini che stanno prendendo i clienti del bar, poiché a causa del locale l’ordine pubblico sarebbe andato a farsi benedire.

laura-maggi-sexy-barista-19

Infatti, i clienti per entrare velocemente nel locale parcheggiano dove capita, e provocano dei veri disagi ai cittadini. Si stava pensando di ridurre l’orario di attività, ma di certo non a chiuderla, scelta che sarebbe del tutto controproducente. Il sindaco non è comunque preoccupato per la bellezza della donna, ma dei problemi alla viabilità.

Wallpapers animati 320×480 raccolta 08 posted by on 30 maggio 2013

 

 

scaricali tutti in un click

Benvenuti a Saint-Tropez posted by on 29 maggio 2013

Dal 30 Maggio al cinema

Benvenuti a Saint-Tropez - locandina

Commedia

PAESE: Francia
ANNO: 2013
DURATA: 100 min
REGIA: Danièle Thompson
SCENEGGIATURA: Danièle Thompson, Christopher Thompson
PRODUZIONE: Le Tax Shelter du Gouvernement Fédéral de Belgique, uFilm
DISTRIBUZIONE: Made in Italy Film
CAST: Kad Merad, Eric Elmosnino, Monica Bellucci, Clara Ponsot, Valérie Bonneton, Sylvie Vartan, Christian Hecq, Lou de Laâge, Bruno Abraham-Kremer, Ivry Gitlis
TRAMA:  Zef e Roni sono due fratelli ebrei francesi agli antipodi l’uno dall’altro. Zef è rigorosamente religioso, taccagno, moralmente ineccepibile, incapace di godersi la vita, pieno di talento ma privo di slanci, e sentimentalmente infelice per la perdita improvvisa della moglie. Roni è ricco e generoso, imbroglione, frustrato nelle sue ambizioni artistiche, amante dei piaceri della vita e del divertimento. Non hanno niente in comune i due fratelli eccetto un anziano padre che sta perdendo la testa, un nonno che le loro rispettive figlie adorano e non vogliono perdere. A causa di una strana coincidenza, il funerale della moglie di Zef si celebra lo stesso giorno in cui si sposa la figlia di Roni. L’inatteso evento non fa che peggiorare i già pessimi rapporti tra i due fratelli, le cui rispettive scelte di vita, mogli e professioni non sono mai andati d’accordo. Da Londra a Parigi, da Saint Tropez a New York, si susseguiranno colpi bassi, tradimenti e incomprensioni che faranno precipitare l’instabile equilibrio della famiglia. Ma, troveranno fine in una casuale riconciliazione e in una bella storia d’amore o forse due.

1

In originale il film di Danièle Thompson si intitola “Gente che si abbraccia”. Niente a che vedere dunque col titolo italiano, anche se Saint-Tropez è una delle location e compare in una delle canzoni di Frank Sinatra (“It happened in Saint-Tropez”), cantata da Kad Merad sui titoli di coda.

2

Benvenuti a SaintTropez è una commedia agrodolce ricca di spunti interessanti ma sovraffollata di sottotrame. Per gli amanti delle storie famigliari, degli accordi e disaccordi tra i membri di un gruppo unito dal sangue ma spesso disgiunto per carattere e scelte di vita, in questo un film non mancano i motivi di attrazione.

3

E’ una famiglia patriarcale, quella rappresentata in Benvenuti a Saint-Tropez, in cui però le vere protagoniste sono le donne, come in molte famiglie ebree, in quanto portatrici di buon senso, amore e veri valori, punti di riferimento e porti d’approdo per uomini in crisi col significato della vita.

I temi trattati sono: il peso di una tradizione religiosa importante che è anche fondamentale risorsa, il rapporto a specchio fra fratelli, la scelta del proprio compagno di vita come un mix di istinto e fortuna, l’impossibilità di avere tutto e la necessità di farsene una ragione.

4

In Francia il film, costato a quanto pare moltissimo, ha incassato poco ed è stato in generale bistrattato dalla critica. Confrontato ad analoghi prodotti nostrani, però, ha comunque una sua dignità.

 Benvenuti a Saint-Tropez

 Buona visione!