Grantchester [Stagione 1] posted by on 30 aprile 2015

Dal 1 maggio su Giallo

Grantchester

GRANTCHESTER-blog

Drammatico, poliziesco


TITOLO ORIGINALE: Grantchester
PAESE: Regno Unito
ANNO: 2014 – in produzione
PRODUZIONE: Lovely Day / Masterpiece coproduzione
STAGIONI: 1
EPISODI: 6
DURATA: 45 min.   
IDEATORE: Daisy Coulam
CAST: James Norton, Robson Green, Morven Christie, Tessa Peake-Jones, Al Weaver, Pheline Roggan, Tom Austen, Button Fiona, Kacey Ainsworth, Pip Torrens, Camilla Marie Beeput.
In onda l’1 maggio in anteprima alle 21,00 su Giallo- dal 4 maggio, tutti i lunedì alle 21,00

La serie è basata su I Misteri Grantchester libri scritti da James Runcie. La prima stagione si basa sulle storie dal primo dei libri, Sidney Chambers e l’Ombra della Morte.

Nel villaggio di Grantchester, vicino Cambridge, il vicario locale, Sidney Chambers, indaga su una serie di misteri insieme allo scorbutico Ispettore Geordie Keating.

Protagonista è il vicario anglicano del posto, Sidney Chambers, interpretato dall’attore inglese trentenne James Norton (War and peace, Happy Valley, Death a Pemberley, Belle), oggi vera stella in ascesa. Il vicario ha una passione per l’investigazione che lo porta a collaborare con l’ispettore di polizia Geordie Keating, il bravissimo Robson Green (Reckless, Wire in the Blood), su misteriosi casi di omicidio. Il vicario Chambers è una figura dalle tante sfaccettature. Giovane e dalla fisicità dirompente, ex-soldato, amante del jazz e del backgammon, porta nell’anima le ferite della guerra e vive in conflitto con i propri sentimenti per una donna, Amanda (Morven Christie), di cui è innamorato ma che è promessa sposa di un altro. L’ispettore Keating, ostinato e scontroso, è un gran lavoratore, marito e padre di famiglia. Tra i due si instaura puntata dopo puntata una solida amicizia che cementerà il loro rapporto anche nel privato.


La serie si focalizza in ogni episodio su un caso di omicidio, che si sviluppa secondo lo schema classico di scoperta del delitto, investigazione, raccolta di indizi e testimonianze, intuito, colpo di scena, risoluzione. Al tema centrale si intrecciano altri temi paralleli: le vite private di Chambers e Keating prima di tutto, l’amore travagliato del vicario per Amanda, riflessioni sulla natura fragile dell’animo umano e sulle molte “debolezze terrene” del padre, tra cui il whiskey. La piccola comunità di Grantchester rappresenta lo specchio della società umana. Sotto il velo di apparente solidarietà si nascondono segreti e rancori che fanno vacillare le certezze consolidate. E quando si verifica il delitto, il dubbio si insinua nella comunità lasciando terreno fertile al sospetto. Grantchester si dipana lungo un impianto narrativo di classico mistery, dove l’investigazione è affidata allo spirito di osservazione dei protagonisti più che alle soluzioni trovate con l’aiuto della scienza. La cornice degli anni Cinquanta è ricostruita con cura e autenticità, arricchita da gusto retrò e tipico british humour. Un sapore di verità permane tutta la serie e non mancano interessanti cenni al cambiamento storico e sociale che all’epoca era dietro l’angolo: quando tutte le tradizioni derivanti da privilegi e le etichette sociali vengono messe in discussione dall’incalzare della modernità.
#RIF!

 

 

Le riprese sono iniziate a Londra , Cambridge e Grantchester da marzo a giugno 2014.

La serie ha debuttato negli Stati Uniti il 18 gennaio 2015 e in Australia il 28 febbraio 2015 sul ABC

Rivisitazione vincente della classica detective story alla Agatha Christie, immersa in ambientazioni rassicuranti e bucoliche alla Miss Marple, GRANTCHESTER è ambientata negli anni ’50 nella contea del Cambridgeshire, in un piccolo e idilliaco villaggio (il realmente esistente Grantchester) vicino a Cambridge.

La prima stagione ha avuto un ascolto medio di 6,6 milioni di telespettatori nel Regno Unito e una seconda serie è stata commissionata

Le riprese della seconda stagione si svolgeranno a Londra e Grantchester nel 2015.

The Grantchester Mysteries sono una serie di libri dello scrittore James Runcie, molto popolari nel Regno Unito, editi a partire dal 2012; una serie di racconti con protagonista Sidney Chambers da cui è stato tratto il telefilm “Grantchester”. James Runcie ha finora pubblicato: “Sidney Chambers and the Shadow of Death” (2012), “ Sidney Chambers and The Perils of the Night” (2013) e “ Sidney Chambers and The Problem of Evil” (2014)

Serie TV in onda in Italia nel mese di Maggio posted by on 29 aprile 2015

Serie in onda nel mese di Maggio. Le serie o stagioni inserite sono solo prime tv italiane

Le serie sottolineate hanno un collegamento alla presentazione, per avere maggiori informazioni, basta cliccare sul nome della serie

Sezione in continuo aggiornamento

venerdì 1 maggio anteprima – dal 4 maggio tutti i lunedì Grantchester [Stagione 1] alle 21,00 su Giallo

sabato 2 Warehouse 13 Stagione 5 alle 18,00 su Rai 4

sabato 2 The Middle Stagione 6 (Seconda parte) alle 21,40 su Joi

giovedì 7 Covert Affairs Stagione 5 alle 21,15 su Premium Action non in onda

giovedì 14 Wayward Pines [Stagione 1] alle 21,00 su Fox

martedì 19 The Big Bang Theory Stagione 8 (seconda parte) alle 21,15 su Joi

giovedì 21 Leo Mattei – Unità Speciale [Stagione 1 e 2] alle 21,55 su Fox Crime

lunedì 25 Tyrant [Stagione 1] alle 21,10 su Fox

martedì 26 Power [Stagione 1] alle 21,00 su Axn

venerdì 29 Parks and Recreation Stagione 7 alle 21,15 su Joi

Ritorno al Marigold Hotel posted by on 28 aprile 2015

dal 30 aprile al cinema

Ritorno al Marigold Hotel

Commedia, Drammatico


TITOLO ORIGINALE: The Second Best Exotic Marigold Hotel
ANNO: 2015
PAESE: USA, Regno Unito
DURATA: 122 min.
FORMATO: colore
USCITA ORIGINALE: 6 marzo 2015 (USA)
PRODUZIONE: John Madden
DISTRIBUZIONE: 20th Century Fox
REGIA: John Madden
SCENEGGIATURA: Ol Parker
CAST: Bill Nighy, Judi Dench, Maggie Smith, Richard Gere, David Strathairn, Dev Patel, Tamsin Greig, Celia Imrie , Penelope Wilton, Ronald Pickup, Diana Hardcastle, Lillete Dubey

Il film è il sequel di Marigold Hotel del 2012. Nella storia narrata prosegue l’avventura di Jonny Cooper e del suo Hotel, che dopo la ripresa economica vuole ingrandire e trasferire in un nuova location.

Ora che il Marigold Hotel è pieno di clienti che si trattengono per periodi prolungati, i due co-direttori Muriel Donnelly (Maggie Smith) e Sonny Kapoor (Dev Patel) sognano di ingrandirsi, e hanno appena trovato il posto ideale per farlo: il secondo Marigold Hotel. Evelyn e Douglas (Judi Dench e Bill Nighy) si avventurano a Jaipur con un piano di lavoro in mente, chiedendosi a cosa porterà il loro appuntamento fisso a colazione. Nel frattempo Norman e Carol (Ronald Pickup e Diana Hardcastle) navigano nelle acque vorticose di una relazione speciale, mentre Madge (Celia Imrie) si destreggia tra due corteggiatori entrambi molto allettanti, e Guy Chambers (Richard Gere) arrivato da poco, trova nella madre di Sonny, Mrs. Kapoor (Lillete Dubey), una musa per il suo prossimo romanzo. Il matrimonio con l’amore della sua vita Sunaina (Tina Desai) è alle porte e Sonny si accorge che i suoi progetti per il nuovo hotel gli rubano più tempo di quanto non ne abbia a disposizione. Forse l’unica ad avere le risposte è Muriel, che custodisce i segreti di tutti. Con l’avvicinarsi del grande giorno la famiglia, così come gli ospiti, si ritrovano risucchiati dall’irresistibile ebrezza di un matrimonio indiano.

Nel segno del sequel arriva tre anni dopo in sala ‘Ritorno al Marigold Hotel’ con vecchi e nuovi ospiti tra cui un fascinoso sessantenne interpretato da Richard Gere. Bel ritmo e tanta musica di Bollywood. Per il resto ritroviamo Douglas e Evelyn (Bill Nighy e Judi Dench) che continuano a civettare anche con troppa discrezione; Madge (Celia Imrie) sempre a caccia di mariti; l’idillio, con qualche gelosia, va avanti tra Carol e Norman (Diana Hardcastle e Ronald Pickup); la bella Sunaina (Tena Desae) si scatena in balli preparatori al suo matrimonio con Sonny (Dev Patel), a sua volta un pò distratto dal suo nuovo sogno di aprire un altro hotel in affari con la sua socia Muriel (Maggie Smith); Mrs Kapoor (Lillete Dubey), mamma di Sonny, inaspettatamente si ritrova a flirtare con il nuovo ospite (Richard Gere). Ma al centro di questo Marigold 2, ambientato come il primo a Jaipur, in India, c’è il sogno imprenditoriale di Sonny di espandere il suo albergo dopo che ha trovato una nuova location perfetta anche per mettere un ascensore (ideale, vista l’età dei clienti). E proprio durante il matrimonio – dopo una serie di fraintendimenti e di colpi di scena – Sonny potrà annunciare che ci sarà un ‘Second Best Marigold Hotel’, con la stessa insolita formula di un albergo che piuttosto che luogo di passaggio diventa residenza permanente per chi è alla ricerca di una nuova vita. Una vita più facile ed economica per fare le ultime cose necessarie in tutta tranquillità e anche, come capita spesso in questo hotel, per vivere l’ultimo amore.

A volte anche gli hotel hanno un seguito. Così può capitare che, visto il successo ottenuto da un umorismo chiaramente britannico, si decida di bissare. Per l’occasione John Madden torna dietro la macchina da presa e a seguirlo sul set di Jaipur in India é anche gran parte del cast originale. Stiamo parlando di Judi Dench, Bill Nighy, Maggie Smith, Ronald Pickup e Celia Imrie, cui si aggiungono le new entry di Colin Firth, Helen Mirren e Richard Gere. Il primo film venne definito una sleeper hit, ossia una pellicola che, pur non avendo una forte promozione, é riuscita a restare in sala a lungo diventando un successo commerciale, anche in considerazione del piccolo budget iniziale.

Le riprese del film si sono svolte in India, Inghilterra e Spagna.

La musica del film è stata composta dal musicista americano Thomas Newman. Nella sua carriera ha collaborato a numerosissime produzioni cinematografiche, ricevendo bel 11 candidature agli Oscar per le sue musiche. Da ricordare le colonne sonore da lui composte per Il miglio verde, Revolutionary Road, Era mio padre e Le ali della libertà.

il film è stato diretto da John Madden e sceneggiato da Ol Parker, come la prima pellicola.