Desconocido – Resa dei conti posted by on 31 marzo 2016

dal 31 marzo 2016 al cinema

Desconocido – Resa dei conti

Thriller


TITOLO ORIGINALE: El desconocido
ANNO: 2015
PAESE: Spagna
DURATA: 102 min
FORMATO: colore
USCITA ORIGINALE: 25 settembre 2015 (Spagna)
PRODUZIONE: Atresmedia Cine, La Ferme! Productions, Televisión de Galicia (TVG) S.A.
DISTRIBUZIONE: Satine Noir
REGIA: Dani de la Torre
SCENEGGIATURA: Alberto Marini
CAST: Luis Tosar, Javier Gutiérrez, Goya Toledo, Elvira Mínguez, Fernando Cayo, Paula Del Rìo , Antonio Mourelos, Luis Zahera

Desconocido – Resa dei conti (El desconocido) è un film del 2015 opera prima del regista spagnolo Dani de la Torre. Ispirato dal caso spagnolo della vendita delle “Participaciones Preferentes”, un prodotto finanziario ad alto rischio venduto da alcune banche spagnole ai propri clienti senza dar loro alcuna informazione, Desconocido – Resa dei conti è un thriller adrenalinico e coinvolgente che riesce a coniugare intrattenimento e critica sociale, con una feroce analisi della spregiudicatezza del sistema bancario e delle drammatiche conseguenze umane che ne sono derivate.

Carlos (Luis Tosar), un direttore di banca ambizioso e spregiudicato che ha frodato i suoi clienti con investimenti fallimentari, finisce per ritrovarsi, a sua volta, vittima di un ricatto terrificante e senza apparente via d’uscita. Una telefonata anonima e inattesa trasformerà la sua giornata, iniziata nella normale routine quotidiana e familiare, in una folle corsa contro il tempo e contro un nemico apparentemente invisibile, che rivuole i suoi soldi, fino all’ultimo centesimo.

Partito da casa per accompagnare i suoi figli a scuola, l’uomo riceve una chiamata da uno sconosciuto pronto a far esplodere la bomba posizionata nell’auto qualora lui non dovesse seguire passo dopo passo tutte le sue istruzioni. Preoccupatissimo per l’incolumità dei figli e ignaro dell’identità del presunto malvivente, Carlos continua a guidare effettuando una serie di chiamate al fine di far trasferire grosse somme di denaro sul conto dello sconosciuto. Durante questa spettacolare corsa contro il tempo si assiste a vari incidenti di percorso, al fallito intervento della polizia e a delle rivelazioni che fugheranno i dubbi sia sull’identità di Carlos che su quella del suo aguzzino.

Il debutto di Dani de la Torre, regista televisivo e pubblicitario, è quasi ineccepibile da un punto di vista tecnico, agile e muscolare. Desconocido – Resa dei conti è un ibrido che miscela le caratteristiche di un film d’autore con quelle di un tipico action movie hollywoodiano, con tanto di inseguimenti mozzafiato a tutta velocità.

El Desconocido ha da subito rapito pubblico e critica in Spagna totalizzando 500.000 spettatori.

Il thriller spagnolo, presentato ai Venice Days alla scorsa Mostra del Cinema, è vincitore di due premi Goya, l’equivalente iberico degli Oscar.

E ‘stato girato nella città di A Coruna

L’ultima tempesta posted by on 31 marzo 2016

dal 31 marzo 2016 al cinema

L’ultima tempesta

Drammatico, azione


TITOLO ORIGINALE: The Finest Hours
ANNO: 2016
PAESE: USA
DURATA: 117 min
FORMATO: colore, 2D, 3D
USCITA ORIGINALE: 29 gennaio 2016 (USA)
PRODUZIONE: Walt Disney Pictures, Whitaker Entertainmen
DISTRIBUZIONE: Walt Disney Pictures
REGIA: Craig Gillespie
SCENEGGIATURA: Eric Johnson, Paul Tamasy
CAST: Chris Pine, Ben Foster, Eric Bana, Holliday Grainger, Graham McTavish, Rachel Brosnahan, Kyle Gallner, Casey Affleck, John Magaro, Michael Raymond-James, Josh Stewart, Abraham Benrubi, Beau Knapp, Matthew Maher

La sceneggiatura è basata sul libro The Finest Hours: The True Story of the U.S. Coast Guard’s Most Daring Sea Rescue di Michael J. Tougias e Casey Sherman, che racconta la storia vera del salvataggio avvenuto nel febbraio 1952 per recuperare la petroliera SS Pendleton spezzatosi in due durante una violenta tempesta in mare aperto.

Nel febbraio del 1952 una violenta tempesta colpisce la petroliera SS Pendleton, che viene letteralmente spezzata a metà, intrappolando più di 30 marinai al suo interno. Spetta a Ray Sybert, l’ufficiale più anziano a bordo, prendere in pugno la situazione cercando di salvare il suo equipaggio. Nel frattempo la notizia giunge alla guardia costiera di Chatham, e viene immediatamente organizzata una missione per recuperare i sopravvissuti, guidata da Bernie Webber.

L’Ultima Tempesta racconta l’eroica impresa della Guardia Costiera americana alle prese con una violenta tempesta e con uno dei più disastrosi naufragi di tutti i tempi avvenuto al largo della East Coast. Il 18 febbraio 1952, una terribile tempesta colpisce il New England, devastando intere città della costa orientale e devastando le imbarcazioni che sfortunatamente si trovano nella sua traiettoria. Fra queste, la SS Pendleton, una petroliera T-2 diretta a Boston, viene letteralmente spezzata in due: i 30 marinai intrappolati a poppa sono destinati a un rapido naufragio. Il primo ufficiale di bordo Ray Sybert (Casey Affleck) si rende conto di dover far fronte all’emergenza: esorta gli uomini a mettere da parte le loro divergenze e a collaborare per riuscire a superare una delle peggiori tempeste che si siano mai abbattute sull’East Coast. Nel frattempo, la notizia del disastro raggiunge la Guardia Costiera di Chatham, nel Massachusetts. Il Sergente Maggiore Daniel Cluff (Eric Bana) dà ordine di effettuare una rischiosa operazione per mettere in salvo i naufraghi: quattro uomini guidati dal Capitano Bernie Webber (Chris Pine), si imbarcano su una scialuppa di salvataggio dal motore difettoso, quasi sprovvisti di reali mezzi di navigazione, contro onde di 18 metri, venti sferzanti e temperature glaciali.

Il film ha ricevuto recensioni contrastanti da parte della critica.

Le riprese sono iniziate l’8 settembre 2014, a Quincy, Massachusetts .

A partire dal 6 Marzo 2016 , il film ha incassato per un totale a livello mondiale di $ 51 milioni.

La colonna sonora è composta da Carter Burwell.

Race – Il colore della vittoria posted by on 31 marzo 2016

dal 31 marzo 2016 al cinema

Race – Il colore della vittoria

Drammatico, biografico


TITOLO ORIGINALE: Race
ANNO: 2016
PAESE: Francia, Germania, Canada
DURATA: 134 min
FORMATO: colore
USCITA ORIGINALE: 19 febbraio 2016 (USA)
PRODUZIONE: Forecast Pictures, JoBro Productions & Film Finance, Solofilms
DISTRIBUZIONE: Eagle Pictures
REGIA: Stephen Hopkins
SCENEGGIATURA: Joe Shrapnel, Anna Waterhouse
CAST: Stephan James, Jeremy Irons, Amanda Crew, Carice van Houten, Jason Sudeikis, William Hurt, Tony Curran, Giacomo Gianniotti, Tim McInnerny

Race – Il colore della vittoria (Race) è un film biografico incentrato sulla vita dell’atleta afroamericano Jesse Owens, che vinse quattro medaglie d’oro alle Olimpiadi del 1936 a Berlino.

Negli anni ’30 l’afroamericano Jesse Owens diventò un campione di atletica, vincendo quattro medaglie d’oro ai Giochi Olimpiadi del 1936, tenutisi a Berlino, diventato un simbolo della lotta al razzismo sfidando le ideologie razziali imposte da Adolf Hitler.

A 35 anni dalla sua morte, Race – il colore della vittoria racconta la storia di Jesse Owens, l’atleta vincitore di quattro medaglie d’oro alle Olimpiadi di Berlino del 1936 attraverso la voce di sua figlia Marlene, promettendo di smentire alcune falsità sulla vita del campione come, ad esempio, di quando il Führer non volle stringergli la mano. Ambientato tra Berlino e Montreal, Race rivela al mondo la versione del suo protagonista, non ascoltato in vita, su come a evitarlo non fu il cancelliere tedesco quanto l’allora presidente americano Franklin Delano Roosevelt, che non lo ricevette mai alla Casa Bianca, timoroso della reazione che avrebbero avuto gli Stati del Sud in piena campagna elettorale. Nato e cresciuto nell’America della grande depressione, permeata dal razzismo e dall’immobilismo sociale, Owens divenne leggenda nel 1936, quando, nello stadio Olimpico di Berlino vinse i 100 metri, il 3 agosto, il salto in lungo, il giorno dopo, ancora il 5 i 200 metri e, il 9 agosto, la staffetta 4×100. Quattro medaglie d’oro che azzerarono la fama del beniamino di Adolf Hitler, l’atleta tedesco Luz Long, e che sconvolsero l’opinione pubblica, annebbiata dal mito della supremazia della razza ariana.

Siamo a pochi mesi di distanza dalle famose Olimpiadi del 1936 quando il Comitato Olimpico Americano è indeciso se partecipare o meno alle gare come segno di protesta contro il regime hitleriano. Le volontà tedesche sono chiare: nessun ebreo e nessun atleta di colore devono partecipare alla manifestazione mondiale che porta il segno di Hitler, niente e nessuno deve intromettersi tra la Germania e la sua supremazia. Ma in America, nella lontana università statale dell’Ohio si allena una giovane promessa, James Cleveland “Jesse” Owens (interpretato da Stephan James, già conosciuto come John Lewis in Selma – La strada per la libertà). Grazie al coach Larry Snyder (Jason Sudeikis) Jesse inizia ad allenarsi, a mettersi alla prova tra le tensioni razziali che subisce anche e soprattutto all’interno della sua università da parte dei suoi colleghi. Jesse però non ci bada, quando corre pensa solo a vincere e a oltrepassare i suoi ostacoli; il tutto diventa niente e il respiro, la corsa, la determinazione diventano tutto quello che Jesse ha per dimostrare a se stesso e agli altri che può farcela, che può vincere e diventare un esempio importante per tutti, non solo come atleta ma anche come uomo.

Nel cast troviamo anche Carice Van Houten, conosciuta per il suo ruolo nella celebre saga televisiva “Il Trono di Spade”

Da segnalare tra i doppiatori italiani c’è anche il celebre giornalista sportivo di Sky, Federico Buffa che darà voce allo speaker dell’Olympiastadion di Berlino.

Stephan James, giovane attore canadese, 22 anni, dopo il successo ottenuto con “Selma – La strada per la libertà”, straordinaria pellicola che, lo scorso anno, ricevette la nomination agli Oscar come Miglior Film, proverà a confermarsi nel panorama cinematografico mondiale.