Fräulein – una fiaba d’inverno posted by on 25 maggio 2016

dal 26 maggio 2016 al cinema

Fräulein – una fiaba d’inverno

Commedia


TITOLO ORIGINALE: Fräulein – una fiaba d’inverno
ANNO: 2016
PAESE: Italia
DURATA: 93 min.
FORMATO: colore
USCITA ORIGINALE: 26 maggio 2016 (Italia)
PRODUZIONE: Tempesta
DISTRIBUZIONE: Videa
REGIA: Caterina Carone
SCENEGGIATURA: Caterina Carone
CAST: Christian De Sica, Lucia Mascino, Therese Hämer, Irina Wrona, Max Mazzotta, Andrea Germani

Fräulein – una fiaba d’inverno è l’opera prima della novella regista e sceneggiatrice Caterina Carone, che con l’aria leggera tipica dei posti innevati ci trascina su piste ghiacciate e assopiti calori.

La più grande tempesta solare che l’uomo ricordi si abbatte sulla Terra provocando sbalzi di corrente e blackout. Una ben più profonda tempesta si scatena nell’animo di Regina, scontrosa e solitaria zitella da tutti chiamata Fräulein, dopo che un misterioso turista sui sessanta, uomo smarrito e infantile, oltrepassa il cancello del suo albergo chiuso da anni. Quello che doveva essere il fugace “scontro” di una notte, si trasformerà ben presto in una tempestosa e sorprendente convivenza.

Circondato dalle alte montagne di un paese di confine, un piccolo, malmesso albergo di provincia è chiuso da tempo ormai immemore a qualsivoglia turista. Chiuso così come la stessa vita della proprietaria dell’hotel, la scorbutica e taciturna Fräulein (Lucia Mascino), accanita fumatrice tuttofare che si guadagna da vivere aiutando anziani compaesani. Poche sono le amiche della riservata donna, a cui sta a cuore soltanto la grassa gallina Marilyn con cui vive e trascorre la maggior parte delle sue giornate. Imprigionata nel suo regno di solitudine, sarà un inatteso visitatore (Christian De Sica) a scardinare l’impenetrabile fortezza che Fräulein tutt’intorno si è innalzata, riuscendo a far ordine sia nel suo albergo che nella sua anima.

“Fräulein – una fiaba d’inverno” sostenuto dalla Film Commission dell’Alto Adige e girato sul Renon, per sette settimane.

“Fräulein” esce a Bolzano in prima assoluta mondiale il 13 aprile.

Julieta posted by on 25 maggio 2016

dal 26 maggio 2016 al cinema

Julieta

Drammatico


TITOLO ORIGINALE: Julieta
ANNO: 2016
PAESE: Spagna
DURATA: 99 min.
FORMATO: colore
USCITA ORIGINALE: 8 aprile 2016 (Spagna)
PRODUZIONE: El Deseo
DISTRIBUZIONE: Warner Bros.
REGIA: Pedro Almodovar
SCENEGGIATURA: Pedro Almodovar
CAST: Emma Suárez, Adriana Ugarte, Rossy de Palma, Darío Grandinetti, Michelle Jenner, Priscilla Delgado, Nathalie Poza

Julieta è un film spagnolo 2016 scritto e diretto da Pedro Almodóvar sulla base di tre brevi racconti del libro Runaway (2004) di Alice Munro. Storia d’amore e perdono, Julieta racconta il rapporto travagliato tra una madre e una figlia che si dividono dopo una tragedia improvvisa.

Julieta, una professoressa di cinquantacinque anni, cerca di spiegare, scrivendo, a sua figlia Antia tutto ciò che ha messo a tacere nel corso degli ultimi trent’anni, dal momento cioè del suo concepimento. Al termine della scrittura non sa però dove inviare la sua confessione. Sua figlia l’ha lasciata appena diciottenne, e negli ultimi dodici anni Julieta non ha più avuto sue notizie. L’ha cercata con tutti i mezzi in suo potere, ma la ricerca conferma che Antia è ormai una perfetta sconosciuta.

Julieta segna il ritorno di Pedro Almodóvar alla regia, a tre anni da Gli amanti passeggeri. L’ispirazione del melò familiare arriva da alcuni racconti dell’autrice premio Nobel Alice Munro. L’asse del tempo del film si divide in due stagioni di vita della protagonista, interpretata da due attrici: Adriana Ugarte, la Julieta degli anni ’80, giovane insegnante e Emma Suàrez, la Julieta dell’età matura, costretta a fare i conti con un’assenza che grava sul cuore.

Julieta, insegnante di materie classiche, e Xoan, pescatore, si incontrano su un treno lanciato nella notte, passeggeri desiderosi di calore umano mentre fuori tutto è coperto di neve; lei appena scappata da un passeggero scambiato per molesto e invece semplicemente desideroso di parlare, lui in fuga da una moglie in coma da anni, il loro rapporto nasce segnato dal senso di colpa, che cercano di scacciare intrecciando i loro corpi in un abbraccio che, anche se per pochi secondi, li libera dal peso che portano sempre dentro di loro. Il frutto di questo amore bisognoso è Antia, in apparenza calma come la superficie del mare, ma in profondità scossa da sentimenti violenti. Una tragedia improvvisa segna il rapporto tra madre e figlia, che, senza spiegazioni, si allontana da Julieta. Dopo 12 anni vissuti da estranee, un incontro casuale rimette Julieta sulle tracce di Antia, cui decide finalmente di raccontare la sua storia scrivendola in un diario.

Ha fatto il suo debutto internazionale al 2016 Festival di Cannes , dove è stato selezionato per competere per la Palma d’oro

Le rencensioni sono state miste.

In tutto il mondo, il film ha incassato un totale di $ 3.04 milioni.

 

Pelé posted by on 25 maggio 2016

dal 26 maggio 2016 al cinema

Pelé

Drammatico, biografico


TITOLO ORIGINALE: Pelé: Birth of a Legend
ANNO: 2016
PAESE: USA
DURATA: 107 min.
FORMATO: colore
USCITA ORIGINALE: 6 maggio 2016 (USA)
PRODUZIONE: Imagine Entertainment, Seine Pictures, Zohar International
DISTRIBUZIONE: M2 Pictures
REGIA: Jeff Zimbalist, Michael Zimbalist
SCENEGGIATURA: Jeff Zimbalist, Michael Zimbalist
CAST: Kevin de Paula, Leonardo Lima Carvalho, Diego Boneta, Vincent D’Onofrio, Rodrigo Santoro

Pelé (Pelé: Birth of a Legend), è un film biografico del 2016 scritto e diretto dai fratelli Jeff e Michael Zimbalist, incentrato sulla vita dell’ex calciatore brasiliano Pelé.

PELÉ racconta l’incredibile storia vera del leggendario giocatore di calcio che da semplice ragazzo di strada raggiunse la gloria, appena diciasettenne, trascinando la nazionale brasiliana alla vittoria del suo primo mondiale nel 1958 e diventando poi il più grande calciatore di tutti i tempi vincendo altre due Coppe del Mondo. Nato in povertà, affrontando un’infanzia difficile, Pelé ha usato il suo stile di gioco poco ortodosso e il suo spirito indomabile per superare ogni tipo di ostacolo e raggiungere la grandezza che ha ispirato un intero Paese, cambiandolo per sempre.

La storia del calciatore Edson Arantes do Nascimento divenuto celebre in tutto il mondo come Pelè, dall’infanzia difficile nelle favelas di San Paolo, il rapporto con il padre Dondinho, fino alla vittoria del suo primo mondiale nel 1958 con la nazionale brasiliana a soli 17 anni.

Nel maggio 2013, Pelé ha partecipato al Festival di Cannes per promuovere la produzione del suo film biografico, di cui è produttore esecutivo.

La lavorazione è iniziata a Rio de Janeiro a ottobre 2013.

Il film è stato presentato in anteprima il 23 aprile 2016 al Tribeca Film Festival, nella sezione Special Screening.

Il film ha ricevuto recensioni per lo più negative.