The Most Beautiful Day – Il giorno più bello posted by on 29 marzo 2017

dal 30 marzo 2017 al cinema

The Most Beautiful Day – Il giorno più bello

Commedia


TITOLO ORIGINALE: Der geilste Tag
ANNO: 2016
PAESE: Germania
DURATA: 110 min.
FORMATO: colore
USCITA ORIGINALE: 25 febbraio 2016 (Germania)
PRODUZIONE: Pantaleon Films, Erfttal Film
DISTRIBUZIONE: Nomad Film Distribution
REGIA: Florian David Fitz
SCENEGGIATURA: Florian David Fitz
CAST: Florian David Fitz, Matthias Schweighofer, Alexandra Maria Lara, Rainer Bock

Il film è un road-movie che, attraverso il tema del viaggio, veicola una riflessione sul senso della vita. Il film, campione di incassi in Germania è interpretato da Florian David Fitz e da Matthias Schweighöfer, due idoli del panorama cinematografico tedesco molto amati dal pubblico per la loro verve comica e il loro sex appeal.

Al centro della storia, due giovani malati molto anti-convenzionali: l’ambizioso e bizzarro pianista Andi e lo spensierato scansafatiche Benno. Non appena scappati dalla clinica, e dopo aver racimolato con destrezza il denaro necessario, Benno e Andi si mettono in viaggio in prima classe verso l’Africa alla ricerca dell’ultimo e più bel giorno delle loro vite. Per l’ipocondriaco Andi l’inizio del viaggio si rivela un vero e proprio incubo, mentre Benno persegue segretamente un piano nascosto per confrontarsi finalmente con la sua vita passata. La loro avventura li porterà a vivere situazioni tragi-comiche fra divertenti gag e momenti seri.

“The Most Beautiful Day – Il giorno più bello” è un road-movie che, attraverso il tema del viaggio, veicola una riflessione sul senso della vita. Il risultato è un film che commuove, emoziona e diverte, un inno all’amicizia e alla vita, oltre che un incitamento a viverla fino in fondo.

Campione di incassi in Germania con 15 milioni di euro

Classe Z posted by on 29 marzo 2017

dal 30 marzo 2017 al cinema

Classe Z

Commedia


TITOLO ORIGINALE: Classe Z
ANNO: 2017
PAESE: Italia
DURATA: 92 min.
FORMATO: colore
USCITA ORIGINALE: 30 marzo 2017 (Italia)
PRODUZIONE: Colorado Film
DISTRIBUZIONE: Medusa Film
REGIA: Guido Chiesa
SCENEGGIATURA: Guido Chiesa, Renato Sannio, Alessandro Aronadio
CAST: Alessandro Preziosi, Andrea Pisani, Alice Pagani, Antonio Catania, Enrico Oetiker, Greta Menchi, Il Pancio, Alberto Farina, Luca Filippi, Armando Quaranta, David Zheng, Francesco Russo, Johnny Zheng

Un film ‘all’altezza dei ragazzi’, dalla parte degli studenti e che i professori non ameranno troppo, dove entra con forza la generazione you-tube.

Quando il preside di un liceo decide di isolare alcuni studenti pigri e indisciplinati in una classe a parte, a questi ultimi sembra una notizia straordinaria. Emersi i veri propositi del preside, però, i ragazzi dell’ultimo anno dovranno andare oltre il loro individualismo per modificare le cose.

Cast misto, esordienti, blogger e attori professionisti e la collaborazione di Scuola Zoo, sito che diffonde video-verità-virali (il primo quello di un professore che dorme in classe), per raccontare la storia di una discriminazione, quella di una classe di studenti problematici di un Liceo Scientifico che vengono relegati in una classe ghetto (la sezione H) per rendere le altre sezioni libere da zavorre.

In Classe Z, protagonisti gli studenti della sezione H non scelti a caso, sono infatti elementi problematici, esuberanti e svogliati. C’è Ricky (Enrico Oetiker) che non perde occasione per fare irritanti scherzi che poi condivide sul suo canale Youtube, Stella (Greta Menchi) il cui unico interesse è il suo look e Viola (Alice Pagani) intelligente ma sempre in guerra con il mondo. L’unico professore che sembra interessarsi a questa classe-ghetto di serie Z è Marco Andreoli (Andrea Pisani) il prof d’italiano che ha come modello di riferimento il professor Keating de L’Attimo fuggente. Ma anche lui alla fine molla. Prima di andarsene però, svela ai ragazzi che la creazione della sezione H è stata un’idea del preside (Alessandro Preziosi) che aveva deciso di isolarli, sicuro di poter dimostrare che il rendimento delle altri classi sarebbe migliorato. A cento giorni dall’esame di maturità, i ragazzi si accorgono di essere spacciati e il solo modo per salvarsi è farsi aiutare dal professor Andreoli.

Greta Menchi con i suoi 1.7 milioni di follower su Instagram, in “Classe Z” interpreta Stella. Benché non sia nuova alla telecamera, alle riprese e a tutto ciò che concerne l’essere davanti ad uno schermo, Greta Menchi non era mai stata sul set di un film: “Classe Z” segna così il suo debutto al cinema.

Le riprese si sono svolte in una scuola della periferia romana.

La verità, vi spiego, sull’amore posted by on 29 marzo 2017

dal 30 marzo 2017 al cinema

La verità, vi spiego, sull’amore

Commedia


TITOLO ORIGINALE: La verità, vi spiego, sull’amore
ANNO: 2017
PAESE: Italia
DURATA: 92 min.
FORMATO: colore
USCITA ORIGINALE: 30 marzo 2017 (Italia)
PRODUZIONE: Notorious Pictures
DISTRIBUZIONE: Notorious Pictures
REGIA: Max Croci
SCENEGGIATURA: Federico Sperindei
CAST: Ambra Angiolini, Carolina Crescentini, Edoardo Pesce, Massimo Poggio, Giuliana De Sio, Pia Engleberth, Maurizio di Carmine

Ispirata al libro omonimo e al blog di successo TiAsmo, una commedia divertente ed emozionante sulle infinite sfumature dell’Amore.

La vita di Dora (Ambra Angiolini) è finita sottosopra quando il compagno Davide (Massimo Poggio) l’ha lasciata dopo sette anni di relazione e due figli: Pietro di cinque anni e Anna, di uno. Sopraffatta dalla routine bambini/lavoro, Dora si rifiuta di elaborare il lutto sentimentale, finché non arriva il momento di raccontare la verità a Pietro, il quale crede ancora che il papà sia via solo per lavoro. Dora, spronata dall’amica Sara (Carolina Crescentini), trova finalmente la forza di reagire. Il primo passo sarà riappropriarsi del proprio tempo assumendo l’insolito babysitter Simone (Edoardo Pesce), poeta-bidello e nuovo fidanzato di Sara.

‘La verità, vi spiego, sull’amore’ non ci rivoluzionerà la vita, ma ci darà modo di pensare un po’ più a fondo sul rapporto di coppia, sull’amore verso i figli, sull’evoluzione che può portare una storia ad una frattura, sul fatto che spesso nessuno dei due amati ha colpe, ma a volte l’amore come viene se ne va.

Quando Enrica Tesio si ritrova single, decide di aprire un blog (nome: TiAsmo) e di buttarci dentro tutti i suoi pensieri. Enrica è aperta, ironica, brillante, scrive bene e di conseguenza il blog guadagna lettori e soprattutto lettrici. La casa editrice Mondadori fiuta l’affare e nel 2015 pubblica il libro ‘La verità, di spiego, sull’amore’, che sostanzialmente mette su pagina stampata il blog pubblicato su pagina elettronica. Il libro piace, vende bene e i diritti vengono acquistati da Notorious Pictures, che finanzia l’adattamento cinematografico.

Le riprese si sono svolte a Torino