Vive con dei manichini da 14 anni: sono la sua famiglia posted by on 17 marzo 2014

“I miei amici mi chiedevano sempre perché fossi ancora single e così mi è venuta in mente questa bizzarra idea per dimostrargli che si può essere felici anche da soli”, questo è quanto ha affermato Suzanne Heintz, una donna statunitense che come mestiere fa la  direttrice artistica e che da 14 anni vive con dei manichini in casa.
La donna racconta che i suoi amici le hanno sempre fatto notare la mancanza della famiglia nella sua vita. Superati i 40 anni, anche i più liberi di spirito, iniziano a sentire questo bisogno. Il lavoro, va in secondo piano, e il calore umano assume un ruolo preminente: la vera ricchezza. Così, single, e molto determinata, ha voluto dimostrare che la felicità è un quid che proviene dall’interno. Non sono le persone a rendere felici. Secondo il suo pensiero si può benissimo vivere senza gli altri esseri umani. Per dimostrare la sua tesi e soprattutto per far ricredere i suoi amici, ha creato a suo piacimento dei manichini, che rappresentano la sua famiglia. La donna ha infatti un marito e una figlia. Tutto questo può rappresentare un vantaggio, a differenza delle famiglie “normali”. Infatti, la donna ha un marito come l’ha sempre desiderato (alto, moro e occhi chiari) e una figlia che sembra una vera principessa. La donna, vive felice.
Questi ultimi, sono sempre presenti, nei momenti di normale vita familiare e anche in quelli più importanti, come compleanni, festività e viaggi. La donna  si è, infatti, fatta fotografare per 14 anni in compagnia della sua famiglia di manichini, e, soddisfatta della sua idea, ha pubblicato i suoi scatti nel suo sito web per condividere la sua storia bizzarra con tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:bye:
 
:bye:
:good:
 
:good:
:negative:
 
:negative:
:scratch:
 
:scratch:
:wacko:
 
:wacko:
:yahoo:
 
:yahoo:
B-)
 
B-)
:heart:
 
:heart:
:rose:
 
:rose:
:-)
 
:-)
:whistle:
 
:whistle:
:yes:
 
:yes:
:cry:
 
:cry:
:mail:
 
:mail:
:-(
 
:-(
:unsure:
 
:unsure:
;-)
 
;-)