Civiltà Perduta posted by on 22 giugno 2017

dal 22 giugno 2017 al cinema

Civiltà Perduta

Avventura, Drammatico, Biografico


TITOLO ORIGINALE: The Lost City of Z
ANNO: 2016
PAESE: USA
DURATA: 140 min.
FORMATO: colore
USCITA ORIGINALE: 14 aprile 2017 (USA)
PRODUZIONE: MICA Entertainment, MadRiver Pictures, Paramount Pictures, Plan B Entertainment
DISTRIBUZIONE: Eagle Pictures
REGIA: James Gray
SCENEGGIATURA: James Gray
CAST: Charlie Hunnam, Robert Pattinson, Sienna Miller, Tom Holland, Angus Macfadyen, Daniel Huttlestone, Aleksandar Jovanovic, Edward Ashley

Basato sul libro Z la città perduta di David Grann, il film ripercorre la storia vera dell’esploratore britannico Percy Fawcett, intento nella ricerca di una antica città perduta in Amazzonia, fino a scomparire nel 1925 assieme al figlio.

Siamo nel 1925, il leggendario esploratore britannico Percy Fawcett si avventura in Amazzonia, alla ricerca di un’antica civiltà, lo splendente regno di El Dorado, con lo scopo di fare una delle scoperte più importanti della storia. Dopo aver catturato l’attenzione di milioni di persone in tutto il mondo, Fawcett s’imbarca insieme al figlio, determinato a provare che quest’antica civiltà, da lui rinominata Z, esiste. Ma la spedizione scompare poi nel nulla.

Il film è anche La storia di un sogno che si trasforma in ossessione, quella di un uomo che affronta avversità inimmaginabili, lo scetticismo della comunità scientifica, spaventosi tradimenti e anni di lontananza dalla propria famiglia. Un’ossessione alimentata dalla passione, che cambierà per sempre la vita di questo coraggioso esploratore spintosi forse troppo oltre i limiti del consentito e del conosciuto.

È una storia vera, che dipinge un affresco molto realistico di come erano le esplorazioni di inizio XX secolo: epiche missioni lunghe anni, in cui ogni ansa del fiume e ogni collina potevano nascondere un agguato mortale degli indigeni o bestie feroci. Una rapida che rovescia la zattera può condannare a morte perché si perdono le provviste – se non si finisce direttamente in bocca ai piranha.

Il 15 ottobre 2016, il film ha chiuso la 54ª edizione del New York Film Festival. È stato presentato fuori concorso al Festival di Berlino 2017.

Il film è stato lodato dai critici e ha incassato 17 milioni di dollari contro un budget di 30 milioni di dollari.

Christopher Spelman ha composto la musica del film.

Transformers 5: L’Ultimo Cavaliere posted by on 21 giugno 2017

dal 22 giugno 2017 al cinema

Transformers 5: L’Ultimo Cavaliere

Azione, fantascienza


TITOLO ORIGINALE: Transformers – The Last Knight
ANNO: 2017
PAESE: USA
DURATA: 149 min.
FORMATO: colore, 2D, 3D, IMAX
USCITA ORIGINALE: 21 giugno 2017 (USA)
PRODUZIONE: Hasbro, Paramount Pictures
DISTRIBUZIONE: Universal Pictures International Italy
REGIA: Michael Bay
SCENEGGIATURA: Art Marcum, Matt Holloway, Ken Nolan
CAST: Mark Wahlberg, Anthony Hopkins, Laura Haddock, Stanley Tucci, Josh Duhamel, John Turturro, John Goodman, Gil Birmingham, Santiago Cabrera, Gemma Chan, Sophia Myles, Mitch Pileggi, Frank Welker, Jerrod Carmichael, Ken Watanabe, Peter Cullen

Quinto capitolo della serie cinematografica dedicata ai Transformers e sequel di Transformers 4 – L’era dell’estinzione. Mark Wahlberg e Stanley Tucci riprendono i loro ruoli da L’era dell’estinzione, mentre Josh Duhamel, Tyrese Gibson e John Turturro riprendono i loro ruoli dai primi tre film della serie.

Dopo la battaglia di Hong Kong, gli Autobot e Cade Yeager sono ricercati dalla TRF (Transformers Reaction Force), un’organizzazione militare il cui scopo è sterminare tutti i Transformers, indipendentemente dalla fazione a cui appartengono. Tuttavia una nuova minaccia incombe sulla Terra e i militari si uniscono a Cade, gli Autobot e i Decepticon per salvare il mondo. Cade Yeager scopre che i Transformers sono sempre stati sulla Terra dal Medioevo ad oggi e deve inoltre formare un’alleanza con un lord inglese ed una professoressa di Oxford per riportare la pace tra i Transformers e gli umani, oltre a scoprire perché i Transformers ritornano sempre sulla Terra. Intanto il leader degli Autobot, Optimus Prime, dopo essere andato alla ricerca del suo “creatore”, sembra ora ostile verso gli umani e i suoi vecchi amici autobot.

In Transformers – L’Ultimo Cavaliere, quinto episodio dell’epica saga cinematografica firmata Michael Bay e basata sui giocattoli trasformabili Hasbro, la preda diventerà eroe. Gli eroi diventeranno cattivi. Un solo mondo sopravviverà: il loro, o il nostro. Negli ultimi anni gli Autobot, guidati dall’irreprensibile leader Optimus Prime, hanno difeso la terra dalle innumerevoli invasioni aliene di cui è stata teatro. Prima i Decepticon di Megratron, poi gli antichissimi “Creatori”, una dopo l’altra le truppe nemiche hanno battuto in ritirata, sconfitte da Bumblebee e i suoi giganteschi compagni. Ma da dove arriva il popolo dei Transformers? La leggenda millenaria della loro esistenza, tramandata in segreto per proteggere il pianeta, sta per tornare alla luce a causa di una nuova minaccia che incombe sull’umanità. Optimus Prime questa volta dichiara guerra alla razza umana e guida un gruppo di Autobot nella battaglia decisiva. L’unica speranza per il nostro mondo è l’improbabile alleanza tra l’inventore, meccanico provetto Cade Yeager (Mark Wahlberg), il fidato Bumblebee, un lord inglese (Anthony Hopkins) e una professoressa di Oxford (Laura Haddock).

La saga cinematografica di Transformers è partita nel 2007, con Steven Spielberg come co-executive producer e Shia LaBeouf nei panni del giovane Sam Witwicky, diviso tra l’esuberanza di Bumblebee e le grazie della bella Mikhaela Banes, portata sullo schermo da Megan Fox. Sam è stato il fulcro della prima trilogia, proseguita con Transformers: La vendetta del caduto (2009) e Transformers 3 (2011), dove scompare il personaggio di Megan Fox, sostituita dall’altrettanto conturbante Rosie Huntington-Whiteley. Dopo che LaBeouf ha deciso di lasciarsi alle spalle il cinema commerciale, Transformers: L’era dell’estinzione si è avvalso di Mark Wahlberg. Il cambio di star non ha provocato danni al boxoffice: il quarto capitolo, pur con un costo non indifferente di 210 milioni di dollari, ne ha portati a casa infatti 1.100.000.000.

Girato in varie località internazionali, tra cui Cuba, il film verrà distribuito negli Stati Uniti il 21 giugno 2017, anche in 3D, IMAX e IMAX 3D.

La data di uscita di un sequel del film è fissata al 28 giugno 2019

Il film è stato presentato a Odeon Leicester Square a Londra il 18 giugno 2017

Steve Jablonsky tornerà a scrivere la colonna sonora anche per il quinto film.

Transformers L’ultimo cavaliere si propone, nel rispetto del titolo, come ultimo capitolo della saga per il regista Michael Bay, che ha consacrato il suo cinema eccessivo proprio portando sullo schermo i giocattoli Hasbro, origine anche di diverse serie animate.

Transformers 5 è il primo lungometraggio di fiction della storia del cinema a essere girato, almeno in diverse sequenze, in IMAX 3D nativo, non convertito in post-produzione.

Parigi può attendere posted by on 14 giugno 2017

dal 15 giugno 2017 al cinema

Parigi può attendere

Commedia, Drammatico, Sentimentale


TITOLO ORIGINALE: Paris can wait
ANNO: 2016
PAESE: USA
DURATA: 92 min.
FORMATO: colore
USCITA ORIGINALE: 12 maggio 2017 (USA)
PRODUZIONE: A+E Studios, American Zoetrope, Corner Piece Capital
DISTRIBUZIONE: Good Films
REGIA: Eleanor Coppola
SCENEGGIATURA: Eleanor Coppola
CAST: Diane Lane, Alec Baldwin, Arnaud Viard, Cédric Monnet

“Guidare è il solo modo per conoscere un Paese”, parola di Jacques, chauffeur per qualche giorno e accompagnatore della protagonista nel movimentato viaggio in auto attraverso l’entroterra francese. Saranno i pittoreschi scorci afferrati dal finestrino e le avventure vissute durante le soste non programmate a persuadere Anne che, in fondo, Parigi può attendere.

Anne (Diane Lane) è sposata da molti anni con un impegnatissimo produttore hollywooddiano (Alec Baldwin), che le sottrae tempo e attenzioni per soddisfare le imprevedibili richieste della capricciosa industria cinematografica. Stanca di un uomo che mette continuamente il matrimonio in secondo piano, Anne accetta un passaggio in macchina da un socio in affari del marito (Arnaud Viard) in procinto di mettersi al volante da Cannes alla Capitale. L’amichevole Jacques ha una visione infantile della vita, si meraviglia delle scoperte, assapora il buon cibo e sa apprezzare gli effetti di un ottimo bicchiere di vino. In sua compagnia, il tragitto calcolato di sette ore si trasforma in un lungo viaggio alla scoperta di se stessa, grazie a quei piccoli gesti che risvegliano in lei passioni sopite e una gioia di vivere che credeva perduta.

Le riprese hanno avuto inizio il 15 giugno 2015 e si sono concluse il 31 luglio 2015.

Il film ha avuto la sua prima mondiale al 2016 Toronto International Film Festival il 12 settembre 2016.