Mousse di cachi posted by on 23 novembre 2014

Mousse di cachi

Ingredienti:

250 gr. di polpa di cachi stramaturi,
100 gr di zucchero,
250 gr di panna liquida fresca senza zucchero;
6 gr. di colla di pesce,
succo di limone

Mettete la colla di pesce a bagno in acqua fredda.

Ricavare dai cachi la polpa e mettetela in un contenitore. Cospargere con lo zucchero e il succo di limone e con il minipimer frullare il tutto per bene. Travasatelo in una ciotola.

Mettete un pentolino sul fuoco con 3 cucchiai di acqua e scaldatela. Prima che raggiunga il bollore togliete dal fuoco e aggiungetevi la gelatina ben strizzata. Mescolate fino a farla sciogliere completamente. Lasciatela intiepidire e unitela al composto di frutta. Fate raffreddare il tutto.

Nel frattempo montate la panna. Quando la polpa di frutta inizia a solidificare aggiungete la panna montata e mescolate delicatamente dal basso verso l’alto con una frusta. Mettere la mousse negli stampini ricoperti con pellicola trasparente. Riporre in frigo e dopo qualche ora è pronta.

Potete servirla con la polpa di cachi senza l’aggiunta della panna.

Dolci per la festa del Papà/San Giuseppe (19 marzo) posted by on 16 marzo 2014

Ecco alcune ricette di dolci scelte per voi per festeggiare l’imminente festa del Papà. Alcune si possono realizzare con la collaborazione dei bambini

fathersdaydivider

Torta pallone da calcio

torta-pallone-da-calcio

Una torta pallone da calcio è sicuramente la scelta migliore per la festa del papà calciofilo: è molto bella da vedere ma è anche molto buona e abbastanza facile da preparare

Ingredienti:

pasta biscotto chiara e scura

farcitura per zuccotto

liquore dolce o rum o cognac a piacere q.b.

zucchero q.b.

 gelatina dolce non colorata (tipo Tortagel di Pane degli Angeli)

pasta biscotto:

  • 50 g zucchero
  • 3 uova (dividere tuorli ed albumi)
  • 1 bustina vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • 60 g farina

pasta biscotto scura:

Come per la pasta biscotto,  + 3 cucchiai di cacao amaro da aggiungere alla farina

 

farcitura per zuccotto:

  • 6 uova
  • 250 g. zucchero a velo
  • 1 bustina di vaniglina
  • 60 g. fecola
  • 60 g. farina
  • 80 g. mandorle pelate
  • 80 g. nocciole pelate
  • 1 litro panna liquida
  • 150 g. cioccolato fondente grattugiato
  • 2 cucchiai cognac
  • 2 cucchiai liquore dolce a piacere
  • burro q.b.
  • cacao in polvere e zucchero a velo opzionali


 

Per la pasta biscotto: Riscaldate il forno a 200° e foderate la teglia circolare o la placca da forno, secondo l’uso dell’impasto. Montate a neve gli albumi, aggiungendo un pizzico di sale.
Mescolate con una frusta elettrica, i tuorli, lo zucchero e la vanillina fino ad ottenere un composto schiumoso e abbastanza denso. Poi unite la farina gradatamente, utilizzando il setaccio ed aggiungete infine delicatamente gli albumi.
Trasferite il composto in una tasca da pasticciere a bocchetta larga e liscia e create una forma concentrica, che poi andrete a livellare con una spatola. Cuocete nel forno preriscaldato per circa 10 minuti, in seguito staccate la pasta insieme alla carta e diponetela su un telo inumidito arrotolandola poi insieme al telo stesso. Lasciate raffreddare il rotolo e poi riapritelo e farcitelo a piacimento, arrotolatelo di nuovo e tenetelo in frigo, avvolto con la pellicola, fino al momento di decorarlo.
Nel caso, invece, abbiate preparato un disco, una volta cotto fatelo asciugare su una teglia e poi utilizzatelo come base per dolci.

Per la farcitura per zuccotto: In una ciotola lavorate i 6 tuorli con 150 g. di zucchero a velo fino ad ottenere un composto leggero e spumoso, poi unitevi le 6 chiare montate a neve ferma, la vaniglina, la farina e la fecola mescolate assieme, facendole cadere a pioggia, mescolando sempre con delicatezza.

Versate il composto in una teglia a bordi alti, di circa 25 cm. di diametro, bene imburrata ed infarinata. Mettete la teglia in forno già caldo a temperatura moderata, e cuocete per una quarantina di minuti fino a che avrà preso una buona colorazione. A questo punto, sfornate e togliete il dolce dalla teglia, e lasciatelo raffreddare sopra una gratella.

In una ciotola montate la panna con 100 g. di zucchero a velo e poi unitevi il cioccolato, le mandorle e le nocciole, che avete precedentemente tostato in forno e tritato.
Tagliate a fette di circa mezzo cm. di spessore il dolce preparato precedentemente, spruzzate con il cognac e il liquore dolce mescolati assieme; poi con parte di esse rivestite uno stampo a forma di cupola, precedentemente ricoperto con la pellicola trasparente. Versatevi dentro il composto di panna che dovrà arrivare all’orlo dello stampo, e chiudetelo con altre fettine di dolce. Mettete lo stampo in frigorifero per almeno 4 ore. Trascorso questo tempo, rovesciate lo zuccotto in un piatto, eliminate la pellicola, e a piacere, spolverizzatelo con zucchero a velo e/o cacao.

 

Preparate la pasta biscotto bianca e quella scura al cioccolato (fate in modo che sia molto scura, se l’impasto sembra chiaro usate un po’ più tanto cacao). Lasciatele raffreddare.

Preparate un pentagono ed un esagono di cartoncino alimentare aventi lato di cm. 4.6. Usando questi stampini tagliate 6 pentagoni dalla pasta al cioccolato e 10 esagoni da quella bianca.

Prendete uno stampo semisferico e rivestitelo di pellicola alimentare. Poi ricopritelo con gli esagoni ed i pentagoni seguendo il disegno classico dei palloni da calcio tradizionali.

Diluite qualche cucchiaio del liquore scelto con un po’ di acqua e un po’ di zucchero (usate a piacere più o meno liquore in dipendenza dell’età dei figliuoli). Bagnate il rivestimento dello stampo con questo miscuglio usando un pennello, senza esagerare comunque.

Riempite il pallone con il composto dello zuccotto, e ricoprite con pasta biscotto. Mettete in frigorifero almeno 4 ore, oppure tutta la notte.

Sformate il pallone su un piatto da portata, eliminate la pellicola, e spennellatelo con il Tortagel per lucidarlo.

Portatelo in tavolo possibilmente mentre viene suonato l’inno della squadra del cuore del papà.

Se preferite potete farcire la torta pallone da calcioin altri modi, per esempio con del gelato o con un composto per una bavarese.
fathersdaydivider

Bignè di San Giuseppe

dolci-festa-del-papa-bigne

Ingredienti:

50 grammi di burro,

130 grammi di farina,

250 ml di acqua,

4 uova,

sale,

50 grammi di zucchero,

crema pasticcera.

 

Preparazione: fate bollire l’acqua con burro, zucchero e sale, unite la farina, togliete dal fuoco e quando il composto è freddo aggiungete le uova. Formate con la sac a poche dei bigbè e friggete in olio caldo. Riempiteli con crema pasticcera e guarnite con zucchero a velo.
fathersdaydivider

Lamponi “Papà TVB”

Lamponi Papà TVB

Ingredienti per 6 persone:

700 g di lamponi

100 g di meringhe

150 ml di panna

1/2 kg di gelato di crema

 

Pulite i lamponi, tritate grossolanamente le meringhe e montate la panna.

Al momento di andare a tavola, mettete in una coppa di vetro 600 g di lamponi, poi le meringhe sbriciolate, la panna, il gelato di crema e finite ricoprendo il tutto con i lamponi avanzati.

fathersdaydivider

Dolcetti delle fate

dolcetti-delle-fate

 Ingredienti (dosi per 24 dolcetti):

110 g. di burro morbido a temperatura ambiente

110 g. di zucchero superfine

2 uova leggermente sbattute

1 bustina di vanillina

110 g. di farina autolievitante

300 g. di zucchero a velo

latte q.b.

2 o 3 cucchiai di acqua

2 o 3 gocce di colorante alimentare

nonpariglia o codette di zucchero colorate, oppure altri decori di zucchero

 

Preriscaldate il forno a 180 gradi. Ricoprite con dei contenitori di carta pieghettata i buchi di 2 teglie per mini-muffin (ciascuna con 12 buchi).

Sbattete il burro assieme allo zucchero superfine fino ad ottenere un composto pallido e soffice. Unite le uova una alla volta e sbattete per incorporarle.

Mescolate la vanillina alla farina auto lievitante ed unitela al composto usando un cucchiaio grande.

Aggiungete poco latte fino a che la consistenza dell’impasto sarà “morbidamente cadente”. Distribuite il composto nei contenitori di carta preparati in precedenza riempiendoli a metà.

Cuocete nel forno caldo per 8/10 minuti, o comunque fino a quando i dolcetti saranno di un bel marrone oro ed uno stecchino inserito al centro uscirà fuori pulito. Toglieteli dal forno, lasciateli raffreddare per 10 minuti, poi toglieteli dalla teglia e metteteli a raffreddare su una gratella.

Preparate una glassa sbattendo lo zucchero a velo con abbastanza acqua per ottenere un composto liscio. Incorporate il colorante scelto.

Colate la glassa sui dolcetti, e cospargeteli con la nonpariglia o le codette di zucchero colorato, o adagiatevi sopra quello che avete deciso di usare per decorare. Lasciateli riposare a temperatura ambiente fino a quando la glassa si sarà solidificata.

A questo punto i bambini potranno portare questi golosi dolcetti al papà per iniziare con dolcezza la giornata della Festa del Papa’.

fathersdaydivider

Macedonia di agrumi al miele e zenzero

macedonia-agrumi-miele-zenzero

Ingredienti  (dosi per 6 persone):

5 pompelmi rosa

5 arance

5 mandaranci o clementine

2 cucchiai di miele

1/2 cucchiaino di zenzero in polvere

zenzero fresco grattugiato q.b.

Pelate al vivo tutti gli agrumi e poi tagliateli a spicchi o fettine. Raccogliete il succo che si formerà durante questa operazione e spremete bene tutti i resti.

Mettete in una casseruolina il succo recuperato in precedenza, unitevi il miele e lo zenzero in polvere, fate scaldare il tutto sul fuoco per far sciogliere ben il miele, e poi versate questo sciroppo caldo sugli agrumi.

Lasciate raffreddare, completate con dello zenzero fresco grattugiato e quindi mettete in frigorifero per servirla bella fresca.

fathersdaydivider

 Altri dolci li trovate qua:

Dolci per San Giuseppe/festa del Papà (19 marzo)

x-festa-papà

Dolci di Carnevale posted by on 21 febbraio 2014

Il Carnevale è la festa più allegra dell’anno, quella durante la quale è lecito lasciarsi andare a piccole follie. Impossibile immaginare  un Carnevale senza le sue maschere, i suoi scherzi, i colori sgargianti ed ovviamente i suoi  sapori…

 

potere trovare altre ricette qui:

Dolci di Carnevale

2vbtr8g.jpg

Frappe

frappe3-612x266

Le Frappe sono il dolce più caratteristico del Carnevale. Avrete sicuramente assaggiato quelle di pasticceria ma provate a farle voi in casa e sentirete la differenza nel gusto delicato della pasta e il leggero aroma del limone.

Ingredienti

 

200 g farina

40 g burro o strutto

2 uova

1 cucchiaio abbondante di zucchero

1 limone

olio di arachide

zucchero a velo

sale

 

Impastare rapidamente su di una spianatora la farina, le uova, il burro, lo zucchero, una presa di sale e la scorza grattugiata del limone.

Impastare fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo e non appicicoso e dategli la forma di una palla.

Lasciar riposare la pasta per 30 minuti coperta da pellicola in un luogo fresco.

Riprendere l’impasto e tirarlo col mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile di circa 3/4mm. Tagliarla a striscioline di circa 4/5 cm di larghezza con l’aiuto di una rotella dentellata.

Prima di cuocerle, cercate di arrotolarle a treccia o su se stesse per evitare che in cottura si gonfino troppo. Portare a temperatura abbondante olio di arachide in un tegame e friggere le frappe per alcuni minuti fino a quando diventeranno belle dorate. Scolarle su carta assorbente e spolverarle con zucchero a velo.

Chi preferisce evitare la frittura può cuocere le frappe al forno adagiandole su una teglia ricoperta di carta da forno precedentemente bagnata e strizzata. Cuocere a 200°C per circa 10 minuti o comunque fino a che la superficie risulti colorita.

divisori_077

Castagnole di Carnevale

castagnole-di-carnevale-612x266

Le castagnole sono uno dei dolci più tipici del Carnevale, molto apprezzato nelle sue diverse varianti.

Ingredienti

 

370 g di farina

80 g di zucchero

3 uova

60 g di burro

1 cucchiaino da caffè di lievito vanigliato

1 limone grattugiato

zucchero a velo

sale

olio per frittura

 

In una terrina ammorbidite il burro, incorporate lo zucchero e poi le uova, una alla volta. Aspettate che si amalgami bene l’uovo prima di passare al successivo.

Mescolate e unite anche la buccia grattugiata del limone, un pizzico di sale e tanta farina quanto basta ad ottenere un impasto morbido e omogeneo. Alla fine aggiungete il lievito setacciato.

Staccate con le mani dall’impasto dei piccoli pezzetti e formateci delle palline.

Friggete le castagnole in abbondante olio bollente fino a che non assumono un bel colore dorato.

Toglietele dall’olio con l’aiuto di una schiumarola e mettetele ad asciugare su carta assorbente.

Prima di servirle, spolveratele con zucchero a velo o con quello semolato.

In molte regioni è comune accompagnarle con uno squaglio di cioccolato fondente nel quale intingerle mano mano che si mangiano.

Per ottenere un impasto più morbido provate ad aggiungere 200 gr di ricotta all’impasto.

linea carvevale

Frittelle di mele

frittelle-di-mele-612x266

Le frittelle di mele sono fatte con ingredienti semplici e buoni. Sono un ottime da gustare per il Carnevale accanto alle classiche frappe e castagnole.

Ingredienti

 

125 gr di farina

2 mele

1 bicchiere di latte

1 uovo

1 cucchiaio di zucchero

1/2 bustina di lievito per dolci

il succo di 1 limone

1 pizzico di sale

olio per friggere

zucchero a velo

cannella (a piacere)

 

Sbattete in una terrina l’uovo con il latte, lo zucchero e il pizzico di sale. Aggiungete la farina setacciata con il lievito, amalgamate il tutto e lasciate poi riposare per 30 minuti.

Sbucciate le mele e privatele del torsolo servendovi dell’apposito attrezzo. Tagliatele quindi a fette di circa un cm, ponetele in una ciotola e irroratele con il succo di limone.

Passate le mele nella pastella e friggetele in abbondante olio caldo finchè non saranno dorate da ambo i lati.

Una volta cotte, adagiate le frittelle su carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso.

Spolverizzate le frittelle ancora calde di zucchero a velo e, se di gusto, anche di cannella e servite.

Per un dessert goloso, accompagnate le frittelle alle mele con gelato alla crema.

 maschere

Graffe di Carnevale

graffe_carnevale-612x266

Le graffe sono soffici ciambelline fritte, dolci tipici della cucina napoletana il cui impasto è a base di farina e patate. Potete trovare la graffe ad ogni angolo di Napoli e in ogni periodo dell’anno ma sono comunque un dolce tipico del Carnevale

Ingredienti

 

300 gr di farina

200 gr di patate

70 gr di burro

2 uova

latte q.b.

2 cucchiai di zucchero

20gr di lievito di birra

la buccia di 1 limone grattuggiato

1 pizzico di sale

zucchero semolato o a velo per la copertura

Mettete a bollire le patate con tutta la buccia. Se utilizzate la pentola a pressione ci vorranno circa 10 minuti dopo il fischio, altrimenti una 40 di minuti facendole bollire normalmente. Scolatele, spellatele e passatele allo schiacciapatate un paio di volte.

Disponete la farina a fontana su una spianatoia. Aprite le uova all’interno della fontana, quindi mettete il burro a pezzetti, le patate schiacciate ancora tiepide, lo zucchero, il pizzico di sale e la buccia del limone grattugiata.

Cominciate ad impastare aiutandovi con una forchetta, rompendo le uova e aggiungendo poca farina alla volta. Quando l’impasto avrà cominciato ad assumere consistenza aggiungete il lievito di birra, sciolto in due dita di latte tiepido. Impastate il tutto, fino a quando l’impasto non risulterà liscio e omogeneo. Qualora dovesse essere ancora bagnato aggiungete un pò di farina, al contrario se dovesse essere troppo secco aiutatevi aggiungendo del latte.

Formate una palla con l’impasto e ponetelo a lievitare in una ciotola in un luogo caldo, coprendolo con un panno e lasciatelo lievitare finchè non raddoppierà di volume. Ci vorrà più o meno un’oretta.

Passata la fase di lievitazione, staccate una pallina dall’impasto, rotolatela sulla spianatoia infarinata fino a formare una strisciolina di circa un 1,5 cm di spessore. Tagliatela ad una lunghezza di circa 10/12 cm e ricongiungete le due estremità a formare una ciambella (la graffa). Adagiatela su una teglia foderata di carta da forno. Fate attenzione a non farle troppo piccole perchè lievitando il buchino della ciambella potrebbe scomparire!

Continuate a formare le graffe con l’impasto rimanente e a depositarle sulla carta forno. Copritele con un canovaccio e lasciate lievitare finchè non raddoppieranno di volume. Più o meno un’altra ora.

Friggete le graffe in abbondante olio di arachide o di oliva alla temperatura di 180°. Giratele una volta per farle cuocere da entrambe i lati fino a fargli raggiungere una bella doratura.

Scolatele con l’aiuto di una schiumarola e fatele asciugare su carta assorbente. Quindi passatele nello zucchero semolato oppure cospargetele con dello zucchero a velo.

Potete speziare le vostre graffe aggiungendo della cannella allo zucchero semolato.

 pulsantiscatola-verde

Fritole di Carnevale

fritole-di-carnevale-612x266

Le Fritole (o Fritoe) sono un tipico dolce di Carnevale di origini Veneziane. In realtà vengono cucinate anche in altre regioni italiane prendendo altri nomi, per esempio in Sicilia vengono chiamate Sfincitelli o Sfinciteddi. Sono dolci frittelle fritte in abbondante olio, così come molti dei dolci del Carnevale quali le frappe o le castagnole.

Ingredienti

 

400 gr di farina

125 ml di latte

125 ml di acqua

30 gr di lievito di birra

2 uova

50 gr di zucchero semolato

200 gr di uvetta sultanina

la scorza grattugiata di un limone

1 bustina di vanillina (o i semi di una bacca di vaniglia)

40 gr di burro

olio di arachide per friggere

zucchero semolato e cannella in polvere per guarnire

 

Intiepidite un pò di latte, metteteci un cucchiaino di zucchero e scioglietevi il lievito di birra.

Mettete in una ciotola farina, vanillina, uova e zucchero. Unite il lievito sciolto nel latte, il latte restante, il burro fuso, la scorza di limone grattugiata, l’acqua, l’uvetta strizzata e asciugata e amalgamate il tutto molto bene.

Una volta ottenuto un impasto omogeneo, mettetelo a lievitare in un luogo asciutto coprendo la ciotola con un panno.

Lasciate riposare per un paio d’ore.

Scaldate l’olio di arachide in una casseruola dai bordi alti e, una volta arrivato a temperatura, friggete poche alla volta delle noci di impasto ricavate con un cucchiaio.

Una volta dorate, scolate le fritole su carta assorbente.

Spolverizzatele quando sono ancora calde con zucchero semolato e cannella.

Nella foto è stato utilizzato lo zucchero a velo solo per scopi fotografici, ma non è adatto perchè viene assorbito molto rapidamente, pertanto utilizzate lo zucchero semolato o di canna.

 pranzo_di_carnevale_1359997247

Zeppole sarde

Zeppole-sarde

Le zeppole sarde sono una tipica ricetta del periodo di Carnevale proveniente dalla bellissima isola. A forma di ciambella o a filo (sottili serpentini di pasta arrotolati), le zeppole sono buonissime da gustare in compagnia per condividere l’allegria del Carnevale! Per realizzare questa ricetta, vi consigliamo di utilizzare un’impastatrice o una planetaria, supporti elettrici necessari per lavorare l’impasto bene e per lungo tempo.

Ingredienti

 

500 gr di farina 00

100 gr zucchero semolato

1 patata lessa

250 ml di latte

2 uova

1 cubetto di lievito di birra

1 arancia scorza e il suo succo

1 bustina vanillina

1 bustina di zafferano

mezza bustina di lievito in polvere per dolci

1 bicchiere di maraschino

olio di semi per friggere

Fate sciogliere il cubetto di lievito di birra all’interno del latte tiepido, utilizzando un cucchiaio mescolate leggermente. Prendete quindi una ciotola molto ampia e ponete la farina setacciata, incorporare il latte e il lievito iniziando ad impastare bene. Vi suggeriamo di utilizzare una ciotola molto ampia, cosicché possa contenere il volume dell’impasto una volta lievitato; prima di utilizzare la ciotola è consigliabile farla riscaldare in modo che favorisca la lievitazione, prestate attenzione a non farla diventare bollente!

Sgusciate le uova e dividete i tuorli dagli albumi, mischiate lo zafferano ai tuorli sbattuti e provvedete a montare gli albumi a neve. Spremete l’arancia e successivamente unite al suo succo un po’ di scorza dell’agrume, unite quindi il liquido all’impasto incorporando di seguito la patata schiacciata e la vanillina. Continuate ad impastare il composto per amalgamare gli ingredienti.

Aggungete quindi i tuorli d’uovo con lo zafferano, il liquore, gli albumi e per finire il lievito. Continuate ad impastare energicamente il composto. Terminata questa operazione, lasciatelo lievitare coperto per circa un’ora. Quando il tempo di lievitazione sta per terminare, ponete l’olio in una pentola e iniziate a farlo bollire.

Prima di prendere l’impasto per creare delle ciambelline, immergete le dita in una bacinella di acqua per evitare che la pasta, molto collosa, si attacchi. Ricordatevi di eliminare l’acqua in eccesso per evitare che avvicinandovi all’olio possiate bruciarvi! E’ possibile riempire un imbuto con l’impasto che farete scendere piano piano nell’olio con un movimento circolare. Questo procedimento, detto “a filo”, è realizzabile anche con l’aiuto di una sac a poche da utilizzare senza nessun beccuccio.

Togliete le zeppole dal fuoco non appena diventeranno dorate, ponetele su un piatto ricoperto da carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso, passatele nello zucchero e successivamente servite…ovviamente calde!

cornicetta-maschere1

Struffoli al forno

8-struffoli-al-forno

Gli struffoli al forno sono dei dolcetti piccoli piccoli, ricoperti di miele e zuccherini (e magari frutta candita) che si preparano a Napoli per Natale e per Carnevale.

Ingredienti

300 g di farina

2 uova

100 g di zucchero

1 pizzico di sale

20 ml di limoncello

20 ml di olio extravergine d’oliva

10 g di lievito per dolci

 

Per la copertura:

200 g di miele

40 g d zucchero

zuccherini (per essere precisi, i diavolini)

In una ciotola mettete la farina ed il lievito.

Al centro mettete lo zucchero, le uova, l’olio, il limoncello ed il pizzico di sale.

Iniziate a lavorare dal centro fino ad ottenere un impasto omogeneo. Avvolgete nella pellicola e fate rposare mezz’ora a temperatura ambiente.

Prendete dei pezzetti di impasto, fate delle striscioline e ricavate dei pezzettini di impasto. Devono essere molto piccoli, perchè in forno tenderanno a gonfiarsi. :)

Arrotondate i pezzettini di impasto e poggiateli su una teglia rivestita di carta da forno, ben distanziati tra loro.

Cuocete in forno periscaldato ventilato a 180° per circa 5-10 minuti (dovranno dorarsi, ma non scurirsi troppo!). Se vedete che si attaccano tra loro, a metà cottura rigirateli un po’! 

In un pentolino mettete il miele e lo zucchero. Ponete su una fiamma bassa e mescolate fino a che lo zucchero non si sarà sciolto del tutto.

Tuffatevi gli struffoli.

Mescolate con gli zuccherini e mettete in un piatto da portata. Decorate con altri zuccherini e, se vi piace, della frutta candita.

stellefianti

Tagliatelle dolci di Carnevale

Tagliatelle dolci di Carnevale1

Un piatto tipico della tradizione emiliana che si trasforma in dolce per le feste di Carnevale.

Ingredienti 

200gr di farina

2 uova

2 cucchiai di zucchero

qualche cucchiaio di acqua (se necessario)

 

Per decorare

una manciata di confetti rotondi colorati

due cucchiai di farina di cocco

 

Prendete una ciotola (oppure potete farlo su di un piano di lavoro), mettete la farina e le uova ed impastate, se risulta troppo secca, aggiungete un cucchiaio di acqua per volta, sino ad ottenere una palla omogenea.

Lasciate riposare per una ventina di minuti, poi stendete la pasta sino ad uno spessore di un paio di millimetri. Ora cospargete la sfoglia con lo zucchero e arrotolate la pasta su se stessa a formare un cilindro.

Ora tagliate dei rotolini, come a formare delle rosette, spesse un dito. Mettete dell’olio a scaldare e quando è caldo mettete a friggere le tagliatelle.

Fatele dorare da entrambi i lati e mettetele in un recipiente con della carta forno per assorbire l’olio in eccesso. Quando si sono freddate mettete le tagliatelle in un piatto.

Ora dovete ‘condirle’ con i confetti colorati e cospargete il cocco come fosse parmigiano. In alternativa potete usare dello sciroppo al posto dei confetti e sempre il cocco come elemento ‘bianco’.

 carnevale

Tiramisù di Carnevale

Tiramisù di Carnevale

Il tiramisù è uno dei piatti più nutrienti e che piace quasi a tutti, ma questa è una versione adatta ai bambini sia perché è senza caffè sia perché è coloratissimo e con tanti ‘coriandoli’ e decorazioni fatte con confetti colorati e argentati.

Ingredienti 

250gr di savoiardi

300gr di mascarpone

100gr di zucchero + 2 cucchiai

4 rossi d’uovo

150gr di confetti tondi colorati (Smarties o simili)

20gr di confetti argentati

colorante per alimenti rosso e blu

Mettete i tuorli con lo zucchero (conservate i 2 cucchiai) in una ciotola e mescolate con un cucchiaio di legno o con una frusta, sino a ottenere un composto spumoso e di colore chiaro. Aggiungete poi il mascarpone.

Mescolate sino ad amalgamare completamente il mascarpone con le uova. Ora mettete a scaldare sei tazze da tè d’acqua e aggiungete i due cucchiai di zucchero per ottenere uno sciroppo. Versatene metà in un piatto e aggiungete il colorante blu.

Quando il colore è pronto, iniziate a inzuppare i savoiardi e stendete il primo strato nella teglia.

Ora stendete metà della crema, preparate lo sciroppo con il colorante rosso.

Inzuppate i savoiardi per fare il secondo strato. Ora ricoprite con il resto della crema. E ora mettete due terzi dei confetti colorati.

Ora completate il tiramisù di carnevale con i confetti argento e finite con gli altri confetti colorati.

 

buon-carnevale