Ricette festa della Donna (8 Marzo) posted by on 5 marzo 2014

Si avvicina la festa della donna e queste ricette sono dedicate proprio a questa occasione che ogni anno ci invita a ricordare un evento importante della nostra storia.

8-marzo-mimosa

Stuzzichini mimosa

Stuzzichini-mimosa_o_su_horizontal_fixed

Ingredienti

 

Burro

Paté di olive

8 fette di pancarrè

prosciutto cotto

uova

arancia

 

Ritagliate 6-8 fette di pancarre con stampini per biscotti di forme diverse (dischi, cuori, fiori). Spalmate meta delle fette con un velo di burro, copritele con fettine di prosciutto cotto oppure di salmone tagliate in misura e decorate con uova sode sbriciolate a “mimosa” o peperoni tritati. Spalmate le altre con pate di olive e guarnite con scorze d’arancia tritata.

mimosa_0

Crostini di polenta e lardo

cuore-polenta011-300x225

Ingredienti per 4 persone:

300 g di farina gialla;

1,5 dl di latte;

1 l di acqua;

150 g di lardo;

40 g di formaggio caprino;

2 spicchi d’aglio;

1 cucchiaio di aghi di rosmarino tritati;

sale 

pepe

Facciamo scaldare l’acqua, salata un poco, con il latte e appena inizierà a bollire, aggiungiamo subito la farina a filo, mescolando con un cucchiaio di legno. Lasciamo che la nostra polenta cuocia per 40 minuti mescolandola di continuo. (per abbrevviare i tempi possiamo utilizzare la polenta bramata che ha una cottura di circa 20 minuti, seguendo le istruzioni della confezione)

Stendiamola su un piano e facciamola spessa circa 1 cm e 1/2. Appena sarà fredda, possiamo tagliarla in rettangoli lunghi 8 cm e larghi 4.

Facciamo abbrustolire da entrambe le parti, i nostri pezzi di polenta sulla piastra.

Prendiamo ora il mixer e versiamoci dentro: l’aglio, il rosmarino, il lardo tritato, il formaggio caprino, il sale e il pepe. Amalgamiamo il tutto per bene e non vi resta che spalmare i crostini di polenta caldi, con la nostra crema di lardo!

 mimosa_0

Gnocchetti mimosa

Gnocchetti mimosa

 

Ingredienti per 2 persone:

Gnocchetti di patate: 400g

Ricotta: 120g

Spinaci surgelati: 150g

Parmigiano o grana: 20g

Zafferano: 1 bustina da 100 mg

 

Mettete a bollire due pentole di acqua salata: una per gli spinaci e una per gli gnocchi.

Cominciate col cuocere gli spinaci che tufferete in una delle due pentole (per gli gnocchi meglio aspettare all’ultimo momento).

Nel frattempo, in una padella antiaderente, scaldate la ricotta, aggiungendo un po’ di acqua di cottura degli spinaci per renderla più cremosa.

Aggiungete poi il parmigiano grattugiato e lo zafferano. Aggiustate di sale e cuocete gli gnocchi.

Scolate gli spinaci e strizzateli bene. Scolate anche gli gnocchi e spadellateli nella pentola con la crema allo zafferano.

Per impiattare: contornate il piatto con gli spinaci lessi e al centro posizionate gli gnocchetti gialli. Effetto mimosa assicurato!

mimosa_0

Spaghetti tonno e limone

Spaghetti-tonno-e-limone-di-Paprika-e-Cannella-Blog

Ingredienti per 2 porzioni

 

140g circa di tonno al naturale

1 cucchiaio di capperi sottosale

1 spicchio d’aglio vestito e schiacciato

peperoncino q.b.

olio evo q.b.

il succo di 2 limoni

scorza grattugiata di un limone

vino bianco 25 ml circa

160g di spaghetti alla chitarra

In una padella antiaderente mettere l’olio, l’aglio vestito e schiacciato con il palmo della mano, il peperoncino e i capperi sciacquati e strizzati, fate fare un veloce soffritto facendo attenzione a non bruciare nulla.

Nel frattempo mettete a bollire l’acqua per la pasta, a questo punto versate il tonno sgocciolato e unite il succo del limone, non appena si ritira il succo versate il vino bianco, fatelo evaporare e spegnete.

Scolate gli spaghetti al dente, io ho usato quelli alla chitarra, saltateli nella padella con un pochino di acqua di cottura, gattugiate la scorza e amalgamatela con la pasta, spegnete impiattate e grattugiate altra scorza sul piatto.

mimosa_0

Risotto mimosa agli asparagi

Risotto-mimosa-agli-asparagi_o_su_horizontal_fixed

Ingredienti

 

400 g di riso Arborio

500 g di asparagi

1 mela rossa

2 uova

1/2 cipolla

1 l di brodo vegetale

1 cucchiaino abbondante di curry in polvere

40 g di burro

1 ciuffo di prezzemolo

sale

 mimosa_0

Lavate e pulite gli asparagi, eliminate la parte bianca del gambo, lasciate intere solo le punte e tagliate il resto a rondelle.

Tritate la cipolla e fatela appassire a fuoco basso nel burro per qualche minuto, versate quindi il riso e fatelo tostare mescolando per 2 minuti. Aggiungete al riso gli asparagi, versate quindi 2 mestoli di brodo e fate cuocere per 10 minuti, continuando ad aggiungere brodo man mano che viene asciugato dalla cottura e mescolando di tanto in tanto.

Sbucciate la mela e tagliate la polpa a dadini molto fini, aggiungeteli al riso assieme al curry, sciolto in 1 mestolo di brodo, e proseguite la cottura del risotto per altri 6 minuti. Al termine salate.

Fate rassodare nel frattempo le uova lessandole per 8 minuti a partire dall’inizio del bollore, sgusciatele, passatele al tritaprezzemolo e spolverizzatevi il risotto nei piatti individuali. Guarnite con il prezzemolo tritato al momento e servite.

 

mimosa_0

Pollo mimosa

Pollo-mimosa_o_su_horizontal_fixed

Ingredienti

 

1 pollo di 1,250 kg circa

farina

brodo

aglio

1 cipolla

vino bianco secco

una puntina di curcuma

una foglia di alloro

2 uova

prezzemolo

olio

sale

pepe

 

Pulite il pollo, tagliatelo a pezzi e infarinatelo. In una larga padella rosolate con 3 cucchiai di olio i pezzi di pollo; quindi aggiungete la cipolla affettata, l’alloro e l’aglio.

Salate, pepate, e bagnate con un bicchiere di vino. Fatelo evaporare, poi unite 2 mestoli di brodo caldo nel quale avrete stemperato la curcuma. Coprite e cuocete per 30 minuti.

Rassodate le uova, sgusciatele e tritatele. Cospargete il pollo con prezzemolo tritato e le uova sode e servite.

mimosa_0

Insalata gialla

insalata-festa-donna

Ingredienti:

250 g mais in scatola

2 cucchiai olio d’oliva

2 carote

50 g formaggio pecorino stagionato

200 g germogli di soia

1 macinata pepe bianco

1/2 mela

5 ravanelli

1 limone

1 pizzico di sale

 

Prendete una ciotola e mettete le carote a julienne, il mais sgocciolato, la mela tagliata a fettine molto sottili, i germogli di soia e i ravanelli a fettine. Insaporite con sale, pepe, olio extravergine di oliva e succo di limone.

Aggiungete il pecorino tagliato a dadini e mescolate un po’. Servite l’insalata nei piatti e accompagnatela con quello che volete.

mimosa_0

Songino, finocchi e sedano mimosa

Songino-finocchi-e-sedano-mimosa_o_su_horizontal_fixed

Ingredienti

un finocchio

una costola di sedano

120 g di songino

un tuorlo sodo

2 cucchiai di aceto balsamico

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

Pulite il finocchio e la costola di sedano, lavateli e tagliateli a fettine, il piu possibile sottili.

Lavate il songino e asciugatelo bene in una centrifuga o in un telo pulito.

Mettete il tuorlo sodo in un bicchiere e schiacciatelo con una forchetta; unite l’aceto, 8 cucchiai di olio, un pizzico di sale e una macinata di pepe ed emulsionate gli ingredienti, mescolando energicamente con la forchetta.

Riunite le verdure preparate in una insalatiera, conditele con la salsina, mescolate e servite.

mimosa_0

Torta al limone con meringhe

torta-limone

Ingredienti

Per la base:

250 gr. Biscotti secchi 

100 gr. burro 

2 cucchiai zucchero semolato 

 Per il ripieno:

4 Limoni 

5 uova 

100 gr. burro 

120 gr. zucchero in polvere 

Per la meringa:

2 bianchi d’uova 

1 pizzico sale 

120 gr. zucchero in polvere

Per preparare la base, fate sciogliere il burro, poi frullatelo insieme ai biscotti e allo zucchero. Ricoprite con questo composto una teglia rotonda con la chiusura a cerniera del diametro di circa 20 centimetri. Formate uno strato uniforme di circa mezzo centimetro. Mettete in forno caldo a 180° per 5 minuti, poi togliete dal forno e fate raffreddare la base.

Per la crema di limone: Grattugiare la scorza di un limone. Spremere tre limoni fino ad ottenere circa115 g di succo. Fate bollire 3 minuti con la scorza grattugiata.

Allontanate il pentolino dal fuoco e aggiungete, mescolando con forza, il burro, lo zucchero, 3 uova intere e due gialli. Riportare sul fuoco a temperatura bassa. Una volta che si è formata la crema, versatela sulla base della torta.

Per la meringa: Montare a neve i due bianchi con un pizzico di sale e aggiungendo a poco a poco lo zucchero. Sbattere il tutto fino ad ottenere una meringa che andrete a posizionare sulla torta a vostro piacimento. Mettete in forno con modalità grill per far dorare la meringa. Attenzione a non bruciare la torta.

mimosa_0

La crostata con la crema dolce di arance

crostata-con-crema-dolce-di-arance-ricette-per-la-festa-della-donna

Ingredienti:

3 tuorli,

60 gr di zucchero,

20 gr di farina 00,

2 dl di latte,

2 arance non trattate,

50 gr di cioccolato fondente,

1 rotolo di pasta frolla

 

Disponiamo la pasta frolla nella teglia senza togliere la carta forno. Bucherelliamo con la forchetta, copriamo con altra carta e con i legumi secchi. Mettiamo in forno a 180° per 20 minuti.

Facciamo la crema montando i tuorli con lo zucchero, aggiungiamo la scorza grattugiata di 1 arancia e il succo filtrato. Aggiungiamo anche la farina, mesocliamo e aggiungiamo un po’ alla volta il latte tiepido. Cuociamo a fiamma bassa mescolando per 10 minuti. Lasciamo raffreddare poi farciamo il guscio di pasta.

Peliamo a vivo l’altra arancia e disponiamo alcuni spicchi al centro della crostata.

A bagnomaria sciogliamo il cioccolato, lo prelviamo con la siringa e disegniamo sulla torta una griglia.

Mettiamo in frigo fino al momento di servire.

mimosa_0

altre ricette per la festa delle donne potete trovarle qui:

Ricette per la Festa della Donna (8 marzo)

Dolci di Carnevale posted by on 21 febbraio 2014

Il Carnevale è la festa più allegra dell’anno, quella durante la quale è lecito lasciarsi andare a piccole follie. Impossibile immaginare  un Carnevale senza le sue maschere, i suoi scherzi, i colori sgargianti ed ovviamente i suoi  sapori…

 

potere trovare altre ricette qui:

Dolci di Carnevale

2vbtr8g.jpg

Frappe

frappe3-612x266

Le Frappe sono il dolce più caratteristico del Carnevale. Avrete sicuramente assaggiato quelle di pasticceria ma provate a farle voi in casa e sentirete la differenza nel gusto delicato della pasta e il leggero aroma del limone.

Ingredienti

 

200 g farina

40 g burro o strutto

2 uova

1 cucchiaio abbondante di zucchero

1 limone

olio di arachide

zucchero a velo

sale

 

Impastare rapidamente su di una spianatora la farina, le uova, il burro, lo zucchero, una presa di sale e la scorza grattugiata del limone.

Impastare fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo e non appicicoso e dategli la forma di una palla.

Lasciar riposare la pasta per 30 minuti coperta da pellicola in un luogo fresco.

Riprendere l’impasto e tirarlo col mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottile di circa 3/4mm. Tagliarla a striscioline di circa 4/5 cm di larghezza con l’aiuto di una rotella dentellata.

Prima di cuocerle, cercate di arrotolarle a treccia o su se stesse per evitare che in cottura si gonfino troppo. Portare a temperatura abbondante olio di arachide in un tegame e friggere le frappe per alcuni minuti fino a quando diventeranno belle dorate. Scolarle su carta assorbente e spolverarle con zucchero a velo.

Chi preferisce evitare la frittura può cuocere le frappe al forno adagiandole su una teglia ricoperta di carta da forno precedentemente bagnata e strizzata. Cuocere a 200°C per circa 10 minuti o comunque fino a che la superficie risulti colorita.

divisori_077

Castagnole di Carnevale

castagnole-di-carnevale-612x266

Le castagnole sono uno dei dolci più tipici del Carnevale, molto apprezzato nelle sue diverse varianti.

Ingredienti

 

370 g di farina

80 g di zucchero

3 uova

60 g di burro

1 cucchiaino da caffè di lievito vanigliato

1 limone grattugiato

zucchero a velo

sale

olio per frittura

 

In una terrina ammorbidite il burro, incorporate lo zucchero e poi le uova, una alla volta. Aspettate che si amalgami bene l’uovo prima di passare al successivo.

Mescolate e unite anche la buccia grattugiata del limone, un pizzico di sale e tanta farina quanto basta ad ottenere un impasto morbido e omogeneo. Alla fine aggiungete il lievito setacciato.

Staccate con le mani dall’impasto dei piccoli pezzetti e formateci delle palline.

Friggete le castagnole in abbondante olio bollente fino a che non assumono un bel colore dorato.

Toglietele dall’olio con l’aiuto di una schiumarola e mettetele ad asciugare su carta assorbente.

Prima di servirle, spolveratele con zucchero a velo o con quello semolato.

In molte regioni è comune accompagnarle con uno squaglio di cioccolato fondente nel quale intingerle mano mano che si mangiano.

Per ottenere un impasto più morbido provate ad aggiungere 200 gr di ricotta all’impasto.

linea carvevale

Frittelle di mele

frittelle-di-mele-612x266

Le frittelle di mele sono fatte con ingredienti semplici e buoni. Sono un ottime da gustare per il Carnevale accanto alle classiche frappe e castagnole.

Ingredienti

 

125 gr di farina

2 mele

1 bicchiere di latte

1 uovo

1 cucchiaio di zucchero

1/2 bustina di lievito per dolci

il succo di 1 limone

1 pizzico di sale

olio per friggere

zucchero a velo

cannella (a piacere)

 

Sbattete in una terrina l’uovo con il latte, lo zucchero e il pizzico di sale. Aggiungete la farina setacciata con il lievito, amalgamate il tutto e lasciate poi riposare per 30 minuti.

Sbucciate le mele e privatele del torsolo servendovi dell’apposito attrezzo. Tagliatele quindi a fette di circa un cm, ponetele in una ciotola e irroratele con il succo di limone.

Passate le mele nella pastella e friggetele in abbondante olio caldo finchè non saranno dorate da ambo i lati.

Una volta cotte, adagiate le frittelle su carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso.

Spolverizzate le frittelle ancora calde di zucchero a velo e, se di gusto, anche di cannella e servite.

Per un dessert goloso, accompagnate le frittelle alle mele con gelato alla crema.

 maschere

Graffe di Carnevale

graffe_carnevale-612x266

Le graffe sono soffici ciambelline fritte, dolci tipici della cucina napoletana il cui impasto è a base di farina e patate. Potete trovare la graffe ad ogni angolo di Napoli e in ogni periodo dell’anno ma sono comunque un dolce tipico del Carnevale

Ingredienti

 

300 gr di farina

200 gr di patate

70 gr di burro

2 uova

latte q.b.

2 cucchiai di zucchero

20gr di lievito di birra

la buccia di 1 limone grattuggiato

1 pizzico di sale

zucchero semolato o a velo per la copertura

Mettete a bollire le patate con tutta la buccia. Se utilizzate la pentola a pressione ci vorranno circa 10 minuti dopo il fischio, altrimenti una 40 di minuti facendole bollire normalmente. Scolatele, spellatele e passatele allo schiacciapatate un paio di volte.

Disponete la farina a fontana su una spianatoia. Aprite le uova all’interno della fontana, quindi mettete il burro a pezzetti, le patate schiacciate ancora tiepide, lo zucchero, il pizzico di sale e la buccia del limone grattugiata.

Cominciate ad impastare aiutandovi con una forchetta, rompendo le uova e aggiungendo poca farina alla volta. Quando l’impasto avrà cominciato ad assumere consistenza aggiungete il lievito di birra, sciolto in due dita di latte tiepido. Impastate il tutto, fino a quando l’impasto non risulterà liscio e omogeneo. Qualora dovesse essere ancora bagnato aggiungete un pò di farina, al contrario se dovesse essere troppo secco aiutatevi aggiungendo del latte.

Formate una palla con l’impasto e ponetelo a lievitare in una ciotola in un luogo caldo, coprendolo con un panno e lasciatelo lievitare finchè non raddoppierà di volume. Ci vorrà più o meno un’oretta.

Passata la fase di lievitazione, staccate una pallina dall’impasto, rotolatela sulla spianatoia infarinata fino a formare una strisciolina di circa un 1,5 cm di spessore. Tagliatela ad una lunghezza di circa 10/12 cm e ricongiungete le due estremità a formare una ciambella (la graffa). Adagiatela su una teglia foderata di carta da forno. Fate attenzione a non farle troppo piccole perchè lievitando il buchino della ciambella potrebbe scomparire!

Continuate a formare le graffe con l’impasto rimanente e a depositarle sulla carta forno. Copritele con un canovaccio e lasciate lievitare finchè non raddoppieranno di volume. Più o meno un’altra ora.

Friggete le graffe in abbondante olio di arachide o di oliva alla temperatura di 180°. Giratele una volta per farle cuocere da entrambe i lati fino a fargli raggiungere una bella doratura.

Scolatele con l’aiuto di una schiumarola e fatele asciugare su carta assorbente. Quindi passatele nello zucchero semolato oppure cospargetele con dello zucchero a velo.

Potete speziare le vostre graffe aggiungendo della cannella allo zucchero semolato.

 pulsantiscatola-verde

Fritole di Carnevale

fritole-di-carnevale-612x266

Le Fritole (o Fritoe) sono un tipico dolce di Carnevale di origini Veneziane. In realtà vengono cucinate anche in altre regioni italiane prendendo altri nomi, per esempio in Sicilia vengono chiamate Sfincitelli o Sfinciteddi. Sono dolci frittelle fritte in abbondante olio, così come molti dei dolci del Carnevale quali le frappe o le castagnole.

Ingredienti

 

400 gr di farina

125 ml di latte

125 ml di acqua

30 gr di lievito di birra

2 uova

50 gr di zucchero semolato

200 gr di uvetta sultanina

la scorza grattugiata di un limone

1 bustina di vanillina (o i semi di una bacca di vaniglia)

40 gr di burro

olio di arachide per friggere

zucchero semolato e cannella in polvere per guarnire

 

Intiepidite un pò di latte, metteteci un cucchiaino di zucchero e scioglietevi il lievito di birra.

Mettete in una ciotola farina, vanillina, uova e zucchero. Unite il lievito sciolto nel latte, il latte restante, il burro fuso, la scorza di limone grattugiata, l’acqua, l’uvetta strizzata e asciugata e amalgamate il tutto molto bene.

Una volta ottenuto un impasto omogeneo, mettetelo a lievitare in un luogo asciutto coprendo la ciotola con un panno.

Lasciate riposare per un paio d’ore.

Scaldate l’olio di arachide in una casseruola dai bordi alti e, una volta arrivato a temperatura, friggete poche alla volta delle noci di impasto ricavate con un cucchiaio.

Una volta dorate, scolate le fritole su carta assorbente.

Spolverizzatele quando sono ancora calde con zucchero semolato e cannella.

Nella foto è stato utilizzato lo zucchero a velo solo per scopi fotografici, ma non è adatto perchè viene assorbito molto rapidamente, pertanto utilizzate lo zucchero semolato o di canna.

 pranzo_di_carnevale_1359997247

Zeppole sarde

Zeppole-sarde

Le zeppole sarde sono una tipica ricetta del periodo di Carnevale proveniente dalla bellissima isola. A forma di ciambella o a filo (sottili serpentini di pasta arrotolati), le zeppole sono buonissime da gustare in compagnia per condividere l’allegria del Carnevale! Per realizzare questa ricetta, vi consigliamo di utilizzare un’impastatrice o una planetaria, supporti elettrici necessari per lavorare l’impasto bene e per lungo tempo.

Ingredienti

 

500 gr di farina 00

100 gr zucchero semolato

1 patata lessa

250 ml di latte

2 uova

1 cubetto di lievito di birra

1 arancia scorza e il suo succo

1 bustina vanillina

1 bustina di zafferano

mezza bustina di lievito in polvere per dolci

1 bicchiere di maraschino

olio di semi per friggere

Fate sciogliere il cubetto di lievito di birra all’interno del latte tiepido, utilizzando un cucchiaio mescolate leggermente. Prendete quindi una ciotola molto ampia e ponete la farina setacciata, incorporare il latte e il lievito iniziando ad impastare bene. Vi suggeriamo di utilizzare una ciotola molto ampia, cosicché possa contenere il volume dell’impasto una volta lievitato; prima di utilizzare la ciotola è consigliabile farla riscaldare in modo che favorisca la lievitazione, prestate attenzione a non farla diventare bollente!

Sgusciate le uova e dividete i tuorli dagli albumi, mischiate lo zafferano ai tuorli sbattuti e provvedete a montare gli albumi a neve. Spremete l’arancia e successivamente unite al suo succo un po’ di scorza dell’agrume, unite quindi il liquido all’impasto incorporando di seguito la patata schiacciata e la vanillina. Continuate ad impastare il composto per amalgamare gli ingredienti.

Aggungete quindi i tuorli d’uovo con lo zafferano, il liquore, gli albumi e per finire il lievito. Continuate ad impastare energicamente il composto. Terminata questa operazione, lasciatelo lievitare coperto per circa un’ora. Quando il tempo di lievitazione sta per terminare, ponete l’olio in una pentola e iniziate a farlo bollire.

Prima di prendere l’impasto per creare delle ciambelline, immergete le dita in una bacinella di acqua per evitare che la pasta, molto collosa, si attacchi. Ricordatevi di eliminare l’acqua in eccesso per evitare che avvicinandovi all’olio possiate bruciarvi! E’ possibile riempire un imbuto con l’impasto che farete scendere piano piano nell’olio con un movimento circolare. Questo procedimento, detto “a filo”, è realizzabile anche con l’aiuto di una sac a poche da utilizzare senza nessun beccuccio.

Togliete le zeppole dal fuoco non appena diventeranno dorate, ponetele su un piatto ricoperto da carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso, passatele nello zucchero e successivamente servite…ovviamente calde!

cornicetta-maschere1

Struffoli al forno

8-struffoli-al-forno

Gli struffoli al forno sono dei dolcetti piccoli piccoli, ricoperti di miele e zuccherini (e magari frutta candita) che si preparano a Napoli per Natale e per Carnevale.

Ingredienti

300 g di farina

2 uova

100 g di zucchero

1 pizzico di sale

20 ml di limoncello

20 ml di olio extravergine d’oliva

10 g di lievito per dolci

 

Per la copertura:

200 g di miele

40 g d zucchero

zuccherini (per essere precisi, i diavolini)

In una ciotola mettete la farina ed il lievito.

Al centro mettete lo zucchero, le uova, l’olio, il limoncello ed il pizzico di sale.

Iniziate a lavorare dal centro fino ad ottenere un impasto omogeneo. Avvolgete nella pellicola e fate rposare mezz’ora a temperatura ambiente.

Prendete dei pezzetti di impasto, fate delle striscioline e ricavate dei pezzettini di impasto. Devono essere molto piccoli, perchè in forno tenderanno a gonfiarsi. :)

Arrotondate i pezzettini di impasto e poggiateli su una teglia rivestita di carta da forno, ben distanziati tra loro.

Cuocete in forno periscaldato ventilato a 180° per circa 5-10 minuti (dovranno dorarsi, ma non scurirsi troppo!). Se vedete che si attaccano tra loro, a metà cottura rigirateli un po’! 

In un pentolino mettete il miele e lo zucchero. Ponete su una fiamma bassa e mescolate fino a che lo zucchero non si sarà sciolto del tutto.

Tuffatevi gli struffoli.

Mescolate con gli zuccherini e mettete in un piatto da portata. Decorate con altri zuccherini e, se vi piace, della frutta candita.

stellefianti

Tagliatelle dolci di Carnevale

Tagliatelle dolci di Carnevale1

Un piatto tipico della tradizione emiliana che si trasforma in dolce per le feste di Carnevale.

Ingredienti 

200gr di farina

2 uova

2 cucchiai di zucchero

qualche cucchiaio di acqua (se necessario)

 

Per decorare

una manciata di confetti rotondi colorati

due cucchiai di farina di cocco

 

Prendete una ciotola (oppure potete farlo su di un piano di lavoro), mettete la farina e le uova ed impastate, se risulta troppo secca, aggiungete un cucchiaio di acqua per volta, sino ad ottenere una palla omogenea.

Lasciate riposare per una ventina di minuti, poi stendete la pasta sino ad uno spessore di un paio di millimetri. Ora cospargete la sfoglia con lo zucchero e arrotolate la pasta su se stessa a formare un cilindro.

Ora tagliate dei rotolini, come a formare delle rosette, spesse un dito. Mettete dell’olio a scaldare e quando è caldo mettete a friggere le tagliatelle.

Fatele dorare da entrambi i lati e mettetele in un recipiente con della carta forno per assorbire l’olio in eccesso. Quando si sono freddate mettete le tagliatelle in un piatto.

Ora dovete ‘condirle’ con i confetti colorati e cospargete il cocco come fosse parmigiano. In alternativa potete usare dello sciroppo al posto dei confetti e sempre il cocco come elemento ‘bianco’.

 carnevale

Tiramisù di Carnevale

Tiramisù di Carnevale

Il tiramisù è uno dei piatti più nutrienti e che piace quasi a tutti, ma questa è una versione adatta ai bambini sia perché è senza caffè sia perché è coloratissimo e con tanti ‘coriandoli’ e decorazioni fatte con confetti colorati e argentati.

Ingredienti 

250gr di savoiardi

300gr di mascarpone

100gr di zucchero + 2 cucchiai

4 rossi d’uovo

150gr di confetti tondi colorati (Smarties o simili)

20gr di confetti argentati

colorante per alimenti rosso e blu

Mettete i tuorli con lo zucchero (conservate i 2 cucchiai) in una ciotola e mescolate con un cucchiaio di legno o con una frusta, sino a ottenere un composto spumoso e di colore chiaro. Aggiungete poi il mascarpone.

Mescolate sino ad amalgamare completamente il mascarpone con le uova. Ora mettete a scaldare sei tazze da tè d’acqua e aggiungete i due cucchiai di zucchero per ottenere uno sciroppo. Versatene metà in un piatto e aggiungete il colorante blu.

Quando il colore è pronto, iniziate a inzuppare i savoiardi e stendete il primo strato nella teglia.

Ora stendete metà della crema, preparate lo sciroppo con il colorante rosso.

Inzuppate i savoiardi per fare il secondo strato. Ora ricoprite con il resto della crema. E ora mettete due terzi dei confetti colorati.

Ora completate il tiramisù di carnevale con i confetti argento e finite con gli altri confetti colorati.

 

buon-carnevale

Ricette per San Valentino 2014 posted by on 11 febbraio 2014

Ecco a voi qualche idea per un menù di San Valentino che faccia innamorare (ancora di più) il vostro partner.
Procuratevi una buona bottiglia di vino, realizzate un dessert, preparate l’atmosfera giusta… una tovaglia rossa, un bel centrotavola con delle rose e qualche petalo sparso, lucidate i bicchieri e infine festeggiate con amore!!!

L’aperitivo per la vostra cenetta intima lo trovate qui:

Champagne cocktail rosa

085

Chips di sedano rapa

 

chips-sedano-rapa

Il sedano ed anche il sedano rapa sono considerati afrodisiaci, quindi per San Valentino vi proponiamo queste insolite chips fatte appunto con il sedano rapa. Sono perfette da servire con l’aperitivo

Ingredienti:

1 sedano rapa
olio per friggere (monoseme girasole o arachide)
paprica e curry (opzionale)
sale

 

Sbucciate il sedano rapa, poi lavatelo e asciugatelo.

Affettate sottilissimamente il sedano rapa. Se lo avete usate il robot elettrico per fare questa operazione, altrimenti usate una mandolina, ma ci vuole tempo perché il sedano rapa è piuttosto duro. Lavate e asciugate perfettamente le fettine di sedano.

Se volete un risultato speziato, spolverate il sedano con un miscuglio di curry e di paprica.

 Friggete le fettine di sedano usando una padella profonda o una friggitrice elettrica, facendo attenzione che cuociono in un momento.

Scolatele e mettetele a perdere l’eccesso di unto sulla carta da cucina. Spolverate con il sale e servite subito mentre le chips sono ancora calde.

 Divisore

– ANTIPASTI –

 

Cupolette di salmone

cupolette-di-salmone-san-valentino

Per una cenetta romantica le cupolette di salmone sono una raffinata e molto gustosa ricetta, ed anche facile da fare, che inoltre può essere preparata per tempo, e per finire si presta molto bene alla decorazione.

Ingredienti:

1 trancio di salmone di circa 250/300 g.
4 fette grandi di salmone affumicato
2 o 3 cipollotti tritati finemente (oppure mezza cipolla dolce, tipo cipolla rossa di Tropea)
2 cucchiai di maionese
a piacere insalatina, pomodorini ciliegia, fette di limone, uova di salmone, striscioline di salmone affumicato, cuori di pasta sfoglia, cuori di gelatina, gamberetti, o quello che vi suggerisce la vostra fantasia, per decorare
salsina fatta con yogurt greco intero, poca maionese e buccia di limone grattugiata per accompagnare
sale e pepe q.b.

 

Cuocete nel microonde o a vapore il salmone fresco dopo averlo salato e pepato.

Eliminate le lische e la pelle dal salmone cotto, poi sbriciolatelo con una forchetta. Aggiungete i cipollotti tritati e la maionese e mescolate bene.

Prendete due stampini a forma di cupola, foderateli con la pellicola alimentare, poi con le fette di salmone affumicato in modo da ricoprire tutta la superficie lasciando debordare fuori l’eccesso. Riempite le cupolette con il composto di salmone cotto. Ripiegate la parte debordante del salmone affumicato, battete le cupolette per comprimere bene la farcitura, avvolgete nella pellicola alimentare e mettete in frigorifero per almeno 24 ore.

Al momento di servire, toglietele dagli stampini e deponetele su due piatti, poi decorate a piacere, e servite portando in tavola la salsina al limone.

Dedicate particolare attenzione alla decorazione seguendo il tema del cuore, potete ritagliarlo nelle verdure, nella pasta sfoglia nella gelatina, nel pan carré tostato per fare dei toast a cuore e così via.

2hq5gzq.jpg

Rotoli di pasta sfoglia con la rucola

rotoli-di-pasta-sfoglia-con-rucola

Il rotolo di pasta sfoglia con la rucola è un piatto facilissimo da preparare e con pochi ingredienti. Il ripieno di questi rotoli è formato da rucola, formaggio tipo fontina e prosciutto cotto.

Ingredienti

1 base di pasta sfoglia rettangolare
1 mazzetto di rucola
150 g di formaggio tipo fontina
150 g di prosciutto cotto o 6 fette
1 tuorlo d’uovo

Lavate la rucola e fatela sgocciolare per bene. Poi tagliate la fontina a fette sottili e il prosciutto cotto a fette se è un pezzo intero.

 Suddividete la pasta sfoglia di forma rettangolare in 4 rettangoli. Disponete su un piano un rettangolo di pasta, cospargete con 2 fette di fontina e due di prosciutto e con abbondante rucola.

Richiudete il rettangolo a rotolo, incidete delle linee sul rotolo di pasta sfoglia e spennellate con il tuorlo d’uovo. Infornate a 180° C per 20 minuti su una teglia foderata di carta forno. Servite tiepidi.

2hq5gzq.jpg

Mini rotoli con speck e scamorza

mini_rotoli

Questi piccoli stuzzichini saranno facili e rapidi da preparare, anche se siete poco esperte in cucina, perchè utilizzeremo la pasta da pane già pronta; il successo nei confronti della vostra metà sarà assicurato

Ingredienti

150 gr di pasta da pane pronta
40 gr di scamorza
1/2 cipollotto
30 gr di speck a fette
1 cucchiaino di paprica dolce
olio d’oliva q.b.

Tagliate il cipollotto a fette sottili, togliete il grasso allo speck e tagliate a strisce la scamorza.

Stendete la pasta di pane in una sfoglia di 1/2 cm e ricavate delle strisce della grandezza delle fette di speck, cospargetele con la paprica e il cipollotto e copritele con lo speck e 3 strisce di scamorza.

Disponete i rotoli su un tegame da forno foderato, spennellateli con l’olio, cospargeteli con la paprica, fateli lievitare per mezz’ora e poi cuocete gli stuzzichini nel forno a 200° per 20 minuti.

2hq5gzq.jpg

Cuori affumicati

tonno-affumicato

Se per San Valentino volete un antipasto non solo buono da mangiare ma anche carino da vedere, molto scenografico, tutto cuori e cuoricini, e soprattutto facile facile da preparare: questa ricetta fa per voi.

Ovviamente per questo piatto non serve avere tutte le qualità di pesce affumicato elencate sotto, va bene anche solo con due o tre.

Ingredienti:

qualche fettina di salmone affumicato
qualche fettina di pesce spada affumicato
qualche fettina di tonno affumicato
qualche fettina di trota affumicata
qualche fettina di haddock o merluzzo affumicato
burro
un pezzo di pane bianco di grande formato o del pane di segale

Tagliate il pane a fette di circa mezzo cm. di spessore; poi usando dei tagliapasta a forma di cuore ritagliate dei crostini di diverse dimensioni. Tostate leggermente i crostini. (potete tostarli nel forno o anche solo su una bistecchiera)

Sempre con i tagliapasta a forma di cuore ritagliate dei cuori dalle fette dei pesci affumicati. Distribuite questi cuori affumicati in modo decorativo sul piatto da portata.

Tagliate dal panetto del burro delle fettine di circa ½ cm. di spessore, e di nuovo ritagliate dei cuoricini piuttosto piccoli. Per fare questo il burro deve essere molto freddo. Distribuite anche questi sul piatto da portata, oppure su un piattino, il cui colore faccia risaltare la forma di questi pezzetti di burro.

Servite assieme il pesce, il burro ed i crostini.

Accompagnate con uno spumante brut, oppure un vino bianco aromatico come quelli trentini.

Potete riuttilizzare i ritagli di pesce affumicato che vi avanzeranno per condire della pasta: tagliateli grossolanamente, poi fate fondere del burro in una padella, unitevi il pesce affumicato mescolate e spadellateci dentro la pasta già cotta, completate con una macinata di pepe.

2hq5gzq.jpg

– PRIMI PIATTI –

 

Cestini di risotto con il salmone fresco

cestini-di-risotto-con-salmone-fresco

Si tratta di un piatto molto gustoso e leggero, ma anche molto carino da vedere. E’ un primo piatto romantico e delicato sia nei colori che nel sapore, rendendo speciale una cenetta con il vostro partner accompagnata da un bel bicchiere di vino bianco e magari a lume di candela.

Ingredienti:

200 g di riso
100 g di salmone fresco
1 scalogno
50 ml di vino bianco secco
Burro q.b.
Brodo vegetale q.b.
2 cucchiai di olio di oliva
Sale
Pepe

Tritate lo scalogno e fatelo dorare in 2 cucchiai di olio di oliva in un tegame capiente. Unite il riso e fatelo tostare per qualche minuto, poi fate sfumare il vino bianco a fiamma alta e unite un paio di mestoli di brodo.

Mescolate spesso aggiungendo brodo vegetale fino a quasi cottura del riso. Unite i pezzetti di salmone e mescolate per bene, unendo un poco di burro per far mantecare.

Con un cucchiaio riempite 4 cestini di alluminio con il riso, coprite con un fiocco di burro e infornate a 180°C in forno preriscaldato per una decina di minuti.

Sfornate, lasciate intiepidire e capovolgete i cestini di riso nei singoli piatti, cercando di non far rompere la composizione, spolverizzando con pepe macinato fresco. Servite subito.

lovesline

Tagliatelle ai cuoricini

Tagliatelle ai cuoricini

Ingredienti

qb Grana
qb Maggiorana Fresca
5 cu Olio Di Oliva Extravergine
400 g Tagliatelle All’uovo
qb Pepe
80 g Prosciutto Cotto
qb Sale
2 n Zucchine

Lavate 2 grosse zucchine, affettatele e tagliatele a cuore con una fustella sagomata. Fate lo stesso con una fetta di prosciutto di 80 g.

Versate 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva in una pentola antiaderente, unite uno spicchio d’aglio sbucciato e diviso a meta e soffriggete.

Aggiungete le zucchine e il prosciutto, salate leggermente e proseguite la cottura per 5 minuti, a fuoco medio, mescolando ogni tanto.

Nel frattempo lessate 400 g di tagliatelle fresche all’uovo in una pentola con abbondante acqua bollente salata e un cucchiaio d’olio.

Scolate la pasta al dente, trasferitela nella padella e saltate un paio di minuti con il condimento preparato, a fuoco vivo, sempre mescolando.

Togliete dal fuoco, spolverizzate la pasta con abbondante grana a scagliette e insaporite con una macinata di pepe.

Completate con foglioline di maggiorana fresca, mescolate e servite subito.

lovesline

Bucatini con sugo di gamberi

bucatini-con-sugo-di-gamberi-per-San-Valentino

Ingredienti:

200 grammi di code di gamberi (o gamberetti)
350 ml di passata di pomodoro
1 spicchio di aglio
100 ml di panna liquida
50 ml di vino bianco secco
Sale
Olio extravergine di oliva
1 ciuffetto di prezzemolo

 

Sbuccia lo spicchio di aglio e mettilo intero e schiacciato in una padella con un paio di cucchiai di olio.

Fallo colorire e poi aggiungi le code di gamberi, saltali per un minuto, versa il vino e fai sfumare.

Aggiungi la passata di pomodoro e regola di sale e pepe, continua a cuocere a fuoco dolce per una ventina di minuti.

Unisci la panna liquida e mescola, riporta a bollore e dopo un paio di minuti spegni il fuoco.

Lessa la pasta in acqua salata e scolala al dente, ripassala in padella con il sugo di gamberi e dividi le porzioni nei piatti.

Termina con una manciata di prezzemolo spezzettato con le mani e servi.

lovesline

– SECONDI PIATTI –

 

Gamberoni in salsa piccante

gamberoni-in-salsa-piccante

Gustosa ricetta ideale per una ricetta romantica a lume di candela per il San Valentino che si avvicina, gustosa e….afrodisiaca!!! Da non dimenticare che i crostacei vengono ritenuti afrodisiaci per eccellenza in quanto ricchissimi di potassio, sodio e ferro che stimolano non solo il cervello, ma anche il desiderio…

Ingredienti:

10 gamberoni
2 cucchiai di pomodoro in salsa
1 cucchiaino di salsa di soja
olio extravergine
un pizzico di sale se necessario
olio di peperoncino piccante
1 spicchio d’aglio

Lavate accuratamente i gamberoni eliminando anche il filo dorsale (di solito è di colore blu).

In una casseruola fate insaporire lo spicchio d’aglio nell’olio e nella salsa di soja e gettatelo via.

Unite il pomodoro, l’olio di peperoncino piccante e i gamberoni.

Cuocete a fuoco molto basso (i gamberoni hanno un tempo di cottura brevissimo).

Aggiustate di sale se necessario. Servite bollente.

 1083-divisore-cuore-7

Polpette di pollo con la rucola

polpette-con-la-rucola

E’ un piatto a base di carne di pollo, quindi più leggero e digeribile rispetto al manzo, e della rucola fresca, noto alimento dal potere afrodisiaco. Infatti la rucola, oltre ad essere un ottimo integratore per la presenza di vitamina C, era un alimento prediletto sulle tavole degli antichi Romani, considerata un’erba magica dalle virtù aromatizzanti afrodisiache.

Ingredienti:

400 g di carne di pollo tritata
2 uova
Pangrattato o mollica di pane raffermo
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 mazzetto di rucola
Olio di oliva
Farina
Sale
Pepe

In una ciotola sbattete le uova con sale e parmigiano grattugiato. Unitevi la carne macinata e il pangrattato, aggiustando di sale e pepe. Lavate e asciugate la rucola, e riducetene in pezzi la metà.

Unite la rucola sminuzzata alla carne e lavorate il composto fino ad ottenere un impasto sodo, aggiungendo se serve altro pangrattato. Poi formate delle polpette del diametro di circa 4 cm.

Passate le polpette nella farina e iniziate a cuocerle in un tegame con abbondante olio di oliva. Fate cuocere per almeno 5-6 minuti o fino a doratura delle polpette. Fate sgocciolare su carta assorbente da cucina.

Condite l’altra rucola con un pizzico di sale e un filo di olio. Disponete un ricco letto di rucola e tre polpette in ciascun piatto. Servite.

1083-divisore-cuore-7

– CONTORNI –

Asparagi gratinati al forno

asparagi-da-gratinare-al-forno

La ricetta degli asparagi gratinati al forno con lo speck è un contorno molto semplice e gustoso da cucinare per una cenetta romantica di San Valentino. Gli asparagi sono infatti una verdura afrodisiaca sin dai tempi degli antichi Greci e Romani, probabilmente perché oltre ad essere ricchi di potassio, fibre, vitamine A e C, sono anche degli stimolanti degli ormoni maschili.

Ingredienti:

400 g di asparagi
50 g di parmigiano grattugiato
100 g di speck a fette
1 cucchiaino di olio di oliva
Sale

Mondate gli asparagi eliminando le parti bianche e più esterne e dure. Poi uniteli in un mazzetto legandoli con dello spago e scottateli per 5 minuti in acqua bollente salata.

 Scolate e fate sgocciolare per bene. Poi disponeteli su una teglia unta di olio, salate e pepate, e spolverizzate con il parmigiano grattugiato e con lo speck precedentemente tagliato a listarelle.

Infornate gli asparagi in forno preriscaldato a 200°C per circa 10-15 minuti. Servite caldi.

14

Insalata esotica

avocado

Per l’insalata non preoccupatevi: questa che vi proponiamo oggi si prepara con pochissimo tempo. L’unica cosa di cui dovrete preoccuparvi è quella di comprare gli avocado qualche giorno prima: infatti spesso al supermercato si trovano non ancora maturi. Acquistateli qualche giorno prima e vedrete che per il giorno di San Valentino saranno tenerissimi.

Ingredienti:

cuori di palma
1 avocado piccolo
spinacini freschi 100 g
qualche pinolo tostato
olio extravergine di oliva
sale
pepe

 

Tagliate a rondelle qualche cuore di palma. Sbucciate l’avocado e tagliatelo a fettine. Togliete i gambi agli spinacini e mescolate questi 3 ingredienti in una ciotola.

Irrorate con olio extravergine di oliva, sale, succo di limone e completate con i pinoli.

Servite in due ciotoline dall’interno rosa o rosso, per rispettare il tema di san valentino.

14

DOLCI/DESSERT

Cuori di moka

Cuori-di-moka

Deliziosi, morbidi e soffici tortini al cacao con un interno dal sapore in contrasto ma che si abbina perfettamente. Un’ottima idea fine pasto per la cena di San Valentino. Si preparano in fretta ed in anticipo.

Ingredienti

60 gr di formaggio tipo Vallè …naturalmente
85 gr di farina 00
15 gr di cacao amaro
½ bustina di lievito
1 pizzico di sale
120 gr di zucchero
4 uova
500 ml di panna da montare
1 cucchiaio circa di cappuccino solubile

 

Setacciare in una ciotola la farina, il cacao, il lievito ed il sale.
Sciogliere Vallè naturalmente e fare raffreddare. Montare gli albumi con un cucchiaino di zucchero. Montare bene i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una massa chiara, gonfia e spumosa.

E’ importante che le uova siano a temperatura ambiente. Aggiungere Vallè naturalmente mescolando piano
Unire le farine setacciate un po’ alla volta mescolando molto delicatamente. Per ultimi gli albumi montati i più riprese
Versare nella placca del forno foderata di carta da forno e della misura di 25×35 cm circa, livellare bene. Infornare a 180° a metà altezza per 10-12 minuti. Provate con uno stecchino per vedere il punto di cottura.

Sfornate e fate raffreddare. Con uno stampino a cuore della misura di circa 8 cm tagliate dei cuori calcolandone 3 per tortino. Dovrebbero venirne 18. Su 6 tagliate nel centro un altro cuoricino più piccolo
Montate la Panna con un po’ di zucchero e quando è bella densa aggiungete il cappuccino.

Assemblate i tortini intervallandoli con la panna. Mettete per ultimo quello forato, riempite il buchetto di crema e chiudete con i cuoricini tagliati. Si conservano in frigo.

085

Bavarese all’arancia

bavarese-arancia-dolce

Prepariamo una golosa bavarese all’arancia per festeggiare la festa degli innamorati, ma anche per portare in tavola un dolce sfizioso e spiritoso a base di arancia.

Ingredienti:

200 ml di panna montata
120 g di zucchero
3 tuorli d’uovo
250 ml di latte
10 g di colla di pesce
100 ml di succo di arancia
Scorza grattugiata di una arancia
Arance per la decorazione

Mettete ad ammorbidire i fogli di gelatina in acqua tiepida mentre fate bollire il latte con la scorza di arancia grattugiata finemente.

Sbattere i tuorli con lo zucchero e unite piano piano il latte tiepido mescolando per bene. Rimettere il composto sul fuoco ed aggiungete il succo di arancia per fa addensare il composto.

Togliete dal fuoco ed incorporare la colla di pesce mescolando fino a farla sciogliere con una frusta. Fate raffreddare per poi unire la panna mescolando delicatamente, e versate il composto nello stampo che avrete scelto. Poi mettete in frigorifero e fate raffreddare per almeno un paio di ore.

Un consiglio: potete utilizzare anche una base di pan di Spagna per il composto della bavarese e decorare il dolce con delle fette di arance caramellate o semplicemente tagliate sottili.

085

Cioccolatini afrodisiaci

bon-bon-cioccolato-san-valentino

I cioccolatini afrodisiaci per un romantico San Valentino sono dei dolci a base di cioccolato a forma di palline che molto ricordano il sapore del salame di cioccolato, sia nella versione classica che alternativa con gli avanzi di pandori e colombe pasquali. Questi cioccolatini sono afrodisiaci perché contengono una dose importante di cioccolato fondente con la presenza di caffeina, teobromina e feniletilamina: la caffeina agisce come uno stimolante, la teobromina stimola i muscoli cardiaci ed il sistema nervoso, e la feniletilamina migliora l’umore.

Ingredienti:

300 g di cioccolato fondente (3 barrette da 100 grammi)
450 g di biscotti secchi
350 g di zucchero a velo
3 uova
300 g di burro
Codette di cioccolato

Pestate i biscotti secchi finemente lasciando pochi pezzi più grandi. Mescolateli quindi con lo zucchero a velo, le uova e il burro a temperatura ambiente. Passate gli ingredienti al mixer per qualche minuto.

Poi fate fondere il cioccolato a bagnomaria e mescolatelo con il composto di biscotti secchi, burro e uova. Amalgamate bene e formate delle palline del diametro di circa 1 cm. Passate i cioccolatini nelle codette di cioccolato e mettete in frigorifero per almeno 2 ore. Servite fredde.

085

 

newsdalweb.net_04