La foresta dei sogni posted by on 27 aprile 2016

dal 28 aprile 2016 al cinema

La foresta dei sogni

Drammatico


TITOLO ORIGINALE: The Sea of Trees
ANNO: 2015
PAESE: USA
DURATA: 110 min
FORMATO: colore
USCITA ORIGINALE: anteprima e in concorso il 16 maggio 2015 alla 68ª edizione del Festival di Cannes
PRODUZIONE: BOT VFX (Visual Effects), Bloom, Netter Productions, Waypoint Entertainment
DISTRIBUZIONE: Lucky Red
REGIA: Gus Van Sant
SCENEGGIATURA: Chris Sparling
CAST: Matthew McConaughey, Ken Watanabe, Naomi Watts, Katie Aselton, Jordan Gavaris, James Saito

Il film, interpretato dal Premio Oscar Matthew McConaughey, dal candidato all’Oscar Ken Watanabe e dalla candidata all’Oscar Naomi Watts, racconta di un’intensa ed emozionante storia d’amore ambientata tra gli Stati Uniti e il Giappone. Il film è stato selezionato per competere per la Palma d’oro al Festival di Cannes 2015.

Sono l’amore e la perdita a condurre Arthur Brennan (Matthew McConaughey) all’altro capo del mondo, in Giappone, nella foresta fitta e misteriosa di Aokigahara, nota come “la foresta dei sogni”, situata alle pendici del Monte Fuji – un luogo in cui uomini e donne si recano a contemplare la vita e la morte. Sconvolto dal dolore, Arthur penetra nella foresta e vi si perde. Lì Arthur incontra Takumi Nakamura (Ken Watanabe), un giapponese che, come lui, sembra aver perso la strada. Incapace di abbandonare Takumi, Arthur usa tutte le energie che gli restano per salvarlo.

Il mare di alberi del titolo è la traduzione letterale di Jukai, altro nome con cui è conosciuta Aokigahara, la cosiddetta foresta dei suicidi, luogo suggestivo e silenzioso alla base del monte Fuji in Giappone, rese famosa proprio per l’alto numero di persone che scelgono di recarsi lì proprio per togliersi la vita. Come Arthur Brennan, il protagonista di Sea of Trees interpretato dal già citato McConaughey, sconvolto da vicissitudini personali che lo portano a considerare nell’estremo gesto l’unica via d’uscita. É lo spunto di partenza del film, che Van Sant usa per concentrare la sua attenzione sulla natura dell’amore, sulla sua capacità di distruggere e curare, sul potere che ha sulla vita di ogni individuo… nel bene e nel male. Arthur si addentra nel mare di alberi e si perde, materialmente e metaforicamente nei suoi stessi pensieri e ricordi, mentre la narrazione del regista americano alterna il presente e il passato in modo predicibile e poco ispirato.

 

Il film a Cannes, ha ricevuto una pessima accoglienza.

Le riprese sono iniziate in Massachusetts nel settembre 2014, dopo di che le riprese si sono trasferite in Giappone .

Il budget del film è stato di $ 25 milioni, McConaughey riceve uno stipendio $ 3,5 milioni.

la_foresta_dei_sogni_matthew_mcconaughey_jpg_1400x0_q85

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:bye:
 
:bye:
:good:
 
:good:
:negative:
 
:negative:
:scratch:
 
:scratch:
:wacko:
 
:wacko:
:yahoo:
 
:yahoo:
B-)
 
B-)
:heart:
 
:heart:
:rose:
 
:rose:
:-)
 
:-)
:whistle:
 
:whistle:
:yes:
 
:yes:
:cry:
 
:cry:
:mail:
 
:mail:
:-(
 
:-(
:unsure:
 
:unsure:
;-)
 
;-)