Effetti collaterali posted by on 30 aprile 2013

Dall’1 maggio al cinema

Effetti collaterali - locandina

Drammatico, Thriller

TITOLO ORIGINALE: Side Effects
PAESE: Usa
ANNO: 2013
DURATA: 106 min
REGIA: Steven Soderbergh
SCENEGGIATURA: Scott Z. Burns
PRODUZIONE: Di Bonaventura Pictures, Endgame Entertainment
DISTRIBUZIONE: M2 Pictures
CAST: Rooney Mara, Channing Tatum, Jude Law, Catherine Zeta-Jones, Vinessa Shaw, David Costabile, Marin Ireland, Polly Draper, Jacqueline Antaramian, Katie Lowes, Mamie Gummer, Elizabeth Rodriguez, Peter Friedman
[tube] https://www.youtube.com/watch?v=my4U94IdfbE[/tube]
TRAMA: Emily Taylor è una giovane donna, esaurita dalla depressione. Proprio quando suo marito Martin, dopo quattro anni di pena, viene scarcerato, Emily cade nuovamente preda di una brutta depressione che la spinge fin sull’orlo del suicidio. Inizia così il rapporto con il dottor Banks, psichiatra di successo, che le prescrive un nuovo psicofarmaco per curare una forma di depressione. Ma il medicinale avrà presto sulla donna pericolosi effetti collaterali, blackout compresi. Emily finirà per l’accoltellare il marito durante uno stato di sonnambulismo. Il suo medico si darà da fare per non farla condannare per omicidio, ma anche ottenuta l’infermità mentale le cose si andranno complicando sempre di più.

1

Effetti collaterali è un thriller psicanalitico che deborda con esperienza anche in altri generi dell’oscuro. Noir, spy story, thriller tra verità e finzione e i loro effetti collaterali. Analizza sia i conflitti interiori personali che la società: come ad esempio i meccanismi commerciali delle industrie farmaceutiche. La crisi, e l’accettazione per necessità di uno status di ‘cavia’, ma anche le lobby, gli interessi delle industrie – qui farmaceutiche – tutto dà corpo all’intreccio ordito da un Jude Law sempre più in forma nelle sue ultime prove; qui sostenuto da una Rooney Mara che si conferma perfetta per certo tipo di personaggi.

2

Nella prima parte del film si avverte forte la sensazione di assistere ad un’opera di denuncia nei confronti delle industrie farmaceutiche. Un grido d’allarme per richiamare l’attenzione sulla presenza sempre più invasiva dei farmaci. “La chimica aiuta a vivere” sentenzia il dottor Banks. Nella seconda parte la pellicola vira con decisione verso il thriller. Purtroppo l’approccio troppo canonico al genere e la somministrazione di cliché un po’ stantii rendono l’intreccio poco appassionante.

Effetti collaterali

Buona visione!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:bye:
 
:bye:
:good:
 
:good:
:negative:
 
:negative:
:scratch:
 
:scratch:
:wacko:
 
:wacko:
:yahoo:
 
:yahoo:
B-)
 
B-)
:heart:
 
:heart:
:rose:
 
:rose:
:-)
 
:-)
:whistle:
 
:whistle:
:yes:
 
:yes:
:cry:
 
:cry:
:mail:
 
:mail:
:-(
 
:-(
:unsure:
 
:unsure:
;-)
 
;-)