The Lizzie Borden Chronicles [Stagione 1 – unica] posted by on 24 maggio 2017

The Lizzie Borden Chronicles

Drammatico, crimine

TITOLO ORIGINALE: The Lizzie Borden Chronicles
PAESE: USA
ANNO: 2015 – Terminata
PRODUZIONE: Sony Pictures Television, Peace Out Productions
STAGIONI: 1
EPISODI: 8
DURATA: 42 min.
IDEATORE: 0
CAST: Christina Ricci, Clea DuVall, Cole Hauser

The Lizzie Borden Chronicles è una serie televisiva auto conclusiva americana. Segue la storia di Lizzie Borden dopo essere stata incolpata e assolta dell’omicidio di suo padre e della matrigna del 1892. La serie è la continuazione del film Lizzie Borden took an Axe e, come il film, è fantasioso e speculativo.

Nel 1893, quattro mesi dopo l’assoluzione di Lizzie Borden per gli omicidi di suo padre e della matrigna, lei e sua sorella Emma cercano di iniziare una nuova vita nonostante i problemi finanziari e la rovina di Lizzie. Nel frattempo, il detective Charlie Siringo arriva a Fall River per indagare il caso per sé.

La storia della vera Lizzie Borden: figlia di un ricchissimo uomo d’affari del Massachussets, nel 1892 Lizzie venne accusata di avere ucciso lui e la seconda moglie. A salvarla, al processo, fu il fatto che alle vittime erano stati inferti più di trenta colpi d’ascia; Lizzie era una donnetta minuta, e venne ritenuta incapace, proprio fisicamente, di un simile macello. Giocò probabilmente in suo favore il fatto che, nonostante i Borden fossero ricchissimi, erano costretti dall’avarizia dell’ormai defunto padre, a una vita di stenti; inoltre, Lizzie era quelle che viene definita “un membro rispettabile dela comunità”, una donnetta tutta casa e chiesa. Insomma, assolta. Probabilmente, si decise, l’assassino era qualcuno di passaggio, qualcuno di cui nessuno conosceva il movente e che non lasciò, sulla scena del delitto, la minima traccia. La signorina in questione morì, ricchissima e sola, a sessantasette anni, inseguita dalla canzoncina e anche da una accusa di taccheggio, poi prontamente ritirata.

La Lizzie Borden della serie è un misto tra Hannibal e Freddy Krueger, un mostro capace di ogni efferatezza e per il quale l’assassino a colpi di accetta del padre e della matrigna è soltanto un aperitivo, che le fa assaggiare il gusto del sangue e, come dire, le apre lo stomaco per il sostanzioso pranzo che va a prepararsi. In poche puntate, la Lizzie Borden della serie tv fa fuori mezzo paese. Chiunque la provochi, tenti di incolparla di qualcosa, chiunque riesca a scoprirne la natura mostruosa dietro gli occhi dell’innocua e indifesa signorina col cappellino, viene in breve cancellato dalla faccia della terra, per lo più in modo cruento. La serie parte in sordina, in quanto a omicidi ed efferatezze varie, ma appena Lizzie si scatena non ce n’è più per nessuno

La serie ha raccolto recensioni contrastanti nonostante la lode per la performance di Ricci come Borden.

Sebbene non si tratti di una vera e propria cancellazione, giacché è stata concepita per essere una miniserie, TVLine riporta che la rete non darà un seguito a Chronicles, una sorta di spin-off del film.

Le immagini in bianco e nero dei cadaveri dei genitori di Lizzie utilizzati nella serie sono immagini reali, fotografate dai detective durante gli omicidi di Borden.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:bye:
 
:bye:
:good:
 
:good:
:negative:
 
:negative:
:scratch:
 
:scratch:
:wacko:
 
:wacko:
:yahoo:
 
:yahoo:
B-)
 
B-)
:heart:
 
:heart:
:rose:
 
:rose:
:-)
 
:-)
:whistle:
 
:whistle:
:yes:
 
:yes:
:cry:
 
:cry:
:mail:
 
:mail:
:-(
 
:-(
:unsure:
 
:unsure:
;-)
 
;-)